IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, ecco la via Dante del futuro… secondo Roberto Avogadro

Alassio. Benvenuti in via Dante, ad Alassio: tanto verde, piste ciclabili e persone che passeggiano dove sono sempre circolate le automobili, in perenne ricerca di un parcheggio. Si tratta della via Dante del futuro, quella pensata da Roberto Avogadro e dalla “squadra” con la quale si presenterà alle comunali 2011.

“Se vinciamo – scrive l’ex primo cittadino di Alassio – ecco come verrà trasformata quella strada. Una via finalmente a misura d’uomo”. Un progetto immortalato in questa immagine che fa passare il messaggio di una città più vivibile e che viene proposta ai futuri elettori dalle pagine di Facebook dando vita ad una serie di commenti e di critiche.

Sì, perchè in una cittadina già “affetta” da grave carenza di parcheggi, l’eliminazione di quelli di via Dante lascia perplessi in molti. Per non parlare poi del conseguente traffico sulla via Aurelia, destinata, secondo alcuni, ad andare in tilt.

“Bisognerebbe aumentare i parcheggi sia a levante che a ponente – scrive su Facebook un preoccupato alassino – se no in effetti potrebbe diventare troppo impattante. Comunque prima di fare i lavori si potrebbero fare delle prove per capire se l’Aurelia può sostenere la situazione”. Una tesi che sono in molti a sostenere: un bel progetto sì, ma che comporta troppi problemi ad una Alassio già congestionata.

“Da via Torino a piazza Paccini – obietta un altro cittadino – diventerebbe peggio di com’è ora e la viabilità sarebbe impossibile. Non è che tutti i corrieri che fanno le consegne possiamo prenderceli noi in piazza, abbiamo già le Poste. se volete fare una cosa ben fatta rendete pedonali tutti gli accessi al mare e lasciate via Dante al traffico”.

A rassicurare tutti ci prova lo stesso Avogadro: “E’ evidente che parallelamente alla chiusura di via Dante bisognerà lavorare per potenziare in maniera veloce e totalmente a rotazione i parcheggi di Piazza Stalla, piazza Paccini e dietro il mercato della frutta. Si può fare e, se vinceremo, metteremo in atto questo cambiamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Girolamo

    Caro Alassino Stupefatto, intanto argomentiamo i problemi senza demonizzare l’avversario politico. Sai.. io ho una profonda stima nei confronti di coloro che si interessano dell’amministrazione delle Cosa Pubblica. A leggere i tuoi interventi tu sei sicuramente una persona molto appassionata di pubblica amministrazione e di politica…ed allora argomentiamo sui singoli problemi …poi decideranno gli elettori quale candidato premiare.
    Anzi, non sarebbe male fare in modo che ad Alassio scenda un pò il tono della polemica, che dici?
    Per il discorso di via Dante l’idea del referendum potrebbe anche essere buona. Il mio riferimento alla Costa Azzurra era relativo alla pedonalizzazione delle strade in pieno centro: se fai mente locale, dato che conosci i posti, potrai confermarmi che scelte importanti di pedonalizzazione sono state fatte a Mentone, Nizza, Cannes, Juan Le Pins. Sui parcheggi di interscambio in effetti la Francia non eccelle, ma sono soluzioni che troviamo spesso in Italia ed in Svizzera. Poi sono d’accordo con te che non si possa rinunciare a parcheggi centrali, interrati o fuori terra: ad Alassio in questi anni sono state realizzate parecchie autorimesse interrate, ma con un numero modesto di parcheggi pubblici a rotazione, e questa purtroppo è stata un’occasione persa.
    Sul problema dei giovani senza casa e lavoro possiamo e dobbiamo discuterne…ma senza cadere nel benaltrismo!

  2. Scritto da yllas

    L’idea è, naturalmente, bella e condivisibile. 30 anni fa veniva già indicata. Per renderla credibile è, però, necessario completarla con l’indicazione puntuale della soluzione dei problemi che comporta. Se Avogadro è in grado di spiegare tutto il progetto in modo convincente e realizzabile non avrà solo il mio voto, ma mi adopererò per fargliene prendere tanti altri.
    Purtroppo per lui e per noi penso che sia solo un bel sogno irrealizzabile. Augurandomi che abbia ragione lui e torto io.

  3. alassino stupefatto
    Scritto da alassino stupefatto

    @ Girolamo:
    il buon Avogadro ha governato Alassio per 8 anni. Io non ricordo (correggetemi se sbaglio) nulla di simile da lui attuato se non il catastrofico tentativo – pagato a caro prezzo dagli alassini – di pedonalizzare via Colombo. Un insuccesso clamoroso!
    Rimango dell’idea che debbano essere i cittadini stessi, e non i sindaci, a determinare il futuro delle proprie comunità: si chieda alla cittadinanza, mediante referendum, se sono d’accordo. I sindaci si limitino ad AMMINISTRARE ed evitino di imporre le loro balzane idee.
    P.S.: sulla Costa Azzurra, che conosco abbastanza, non ricordo esista nessun parcheggio di interscambio in periferia. Ci sono, in compenso, migliaia di posti auto sotterranei o in sopraelevazione in tutti i centri.
    Io penso che i problemi di Alassio siano ben altri, non belinate come il ritorno dell’Arena Carneval (peraltro abolito dallo stesso Avogadro…), la chiusura di via Dante o altre simili amenità.
    Chiedetelo ai giovani senza casa e con il lavoro ridotto ad una stagionalità sempre più compressa…

  4. Scritto da Girolamo

    Finalmente una soluzione turisticamente vincente, stile Costa Azzurra.
    Per Alassino Stupefatto:
    punto 1) Fare un parcheggio di interscambio all’uscita del tunnel dell’Aurelia Bis? Non mi pare uno scandalo lasciare un pò di macchine fuori dal centro durante la stagione estiva
    punti 2-4-6) La corsia centrale mi pare di una larghezza tale da potere essere percorribile dai mezzi di emergenza e dai fornitori degli esercizi commerciali in orari prestabiliti
    Bravo Avogadro, continua così…….

  5. Total War
    Scritto da Gerry1893

    eh belin che furbo….poi il traffico gia congestionato di alassio lo deviano in mare…. me tastu se ghe sun….che dilettantismo