IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agibilità ok, il Gran Hotel di Alassio può aprire i battenti: Aicardi polemico col Pd

Alassio. “Ieri è stata finalmente rilasciata dal dirigente dell’ufficio tecnico comunale Arch. Silvia Lavagno l’agibilità tecnica alla struttura ricettiva del Grand Hotel alla soc. Fincos”. Ad annunciarlo è il Sindaco Reggente di Alassio, Gianni Aicardi che spiega: “Questo era l’ultimo atto amministrativo propedeutico alla apertura dell’Albergo a 5 stelle, che è già completamente arredato da tempo e funzionale al suo utilizzo, dopo che la concessione in sanatoria aveva di fatto dimostrato la bontà delle iniziative urbanistiche ed edilizie intraprese in variante al progetto iniziale dalla Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Melgrati e dalla Fincos”.

“La prossima settimana il gestore inizierà i colloqui per la selezione del personale del prestigioso Albergo, che costituirà una indubbia piacevole novità nell’offerta turistica di qualità della nostra città, in attesa dell’inaugurazione del centro talassoterapico, che cambierà per sempre in positivo la stessa offerta turistica, prolungando la stagione anche nei mesi invernali con la S.p.a e le terme che utilizzano l’acqua di mare prelevata direttamente dallo specchio acqueo antistante il Grand Hotel” aggiunge il sindaco.

Gianni Aicardi, seppur soddisfatto per il traguardo raggiunto, non perde l’oocasione per togliersi qualche “sassolino” dalle scarpe: “Dispiace che, per la ottusità e il livore delle minoranze, che hanno avvelenato il clima con esposti alla magistratura, poi rilevatisi infondati, si sono persi più di due anni per l’apertura di questa importante struttura turistica, invertendo un trend che vedeva solo la chiusure di strutture ricettive”.

“Questa è anche la risposta all’infantile manifesto del Partito Democratico, che ripeteva ossessivamente la frase ‘quando apre il grand Hotel?’, adesso il Grand Hotel aprirà davvero, e solo un partito di masochisti come il Pd o i suoi esponenti che fanno parte della minoranza, di solito sotto mentite spoglie, potevano gioire del fatto che il Grand Hotel non fosse ancora aperto e funzionante si tagliavano gli attributi per far dispetto alla moglie, cioè alla città di Alassio; l’opposizione ha dimostrato con questa e altre vicende che, per loro, il male della maggioranza è prioritario al bene della Città” conclude Aicardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.