IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quindici furti in appartamento: fermati dai carabinieri due albanesi foto

Savona. Sono stati bloccati dai carabinieri del reparto operativo di Savona Gentyan Hasani, 28 anni, e Krestnik Lika, 36 anni, entrambi albanesi irregolari sul territorio italiano. Per i due è scattato il fermo per indiziato di delitto in quanto accusati di furto aggravato in concorso.

Secondo l’indagine dei militari i due, che risiedevano in un appartamento di Vado Ligure (base operativa), sono ritenuti i responsabili di 15 furti in appartamento, tre furti di auto ed un ciclomotore Piaggio, oltre a due tentati furti. Tutti episodi che hanno riguardato il savonese ma anche l’imperiese dal luglio di quest’anno. La coppia di albanesi, considerati veri professionisti del furto, sono stati intercettati questa notte dai militari sulla via Aurelia a Savona, dopo che avevano messo a segno l’ultimo colpo a Borghetto Santo Spirito. Nella loro auto, una mercedes scura, già segnalata più volte ai carabinieri, è stato rinvenuto del denaro contante.

I carabinieri sono riusciti a risalire anche alle tre auto rubate: una Mini Couper rubata a Borgetto Santo Spirito, una Fiat Punto rubata a Celle Ligure e una Bmw rubata a Spotorno. La mappa geografica della serie di furti messi a segno dai due albanesi è così composta: 4 a Borghetto Santo Spirito, 3 a Spotorno, 4 a Loano, 1 a Ceriale, 1 a Pietra Ligure, 1 a Celle Ligure e uno a Diano Castello. I due tentativi di furto sono invece avvenuti ad Ortovero e San Bartolomeo al Mare.

Gran parte della refurtiva è stata recuperata dagli uomini dell’Arma: si tratta di oggetti preziosi e prodotti elettronici di vario genere. I due albanesi si trovano ora rinchiusi in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    Che bisogno c’è di essere scortesi ? Sei mesi in una cella 1 metro e 1/2 per 2 senza gabinetto, cibo da uno sportello e, quando escono, un sorriso unitamente alla domanda se abbiano gradito la permanenza, scusandosi della brevità del soggiorno assicurando comunque loro che ogni eventuale prossima volta si raddoppia.

  2. pirata
    Scritto da pirata

    Ne hanno combinate durante l’estate sti schifosi, ricovero immediato nel reparto di traumatologia in trazione per mesi a seguito delle sane manganellate ricevute dalle parti offese!!! Sta feccia è libera di prendersi le nostre auto, entrare nei nostri appartamenti e poi? Fino a che punto li vogliamo fare arrivare? Poverina quest’Italia!!!

  3. goldrake
    Scritto da goldrake

    Guarda guarda, albanesi “IRREGOLARI”, tra la gentaglia migliore che sia arrivata in
    questo paese di st….i, per farci arricchire.
    Forse sarebbe più che opportuno sapere da quando sono irregolari sul nostro suolo,
    dove sono stati a mangiare ed a dormire, se i loro documenti di guida, le “loro” auto
    sono state trovate in regola con le norme vigenti.
    Ma, forse sarebbe tutto inutile, saranno lasciati liberi di delinquere nel nostro paese dei balocchi perchè, nelle carceri del paese natio non potrebbero fare neanche la PATTUMIERA.