IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza stradale: aumentano gli incidenti notturni

Incidenti stradali in calo del 5,4%, un numero di vittime inferiore del -10,6% e meno feriti (-10,8%), a fronte però di un forte aumento, pari al 30%, dei morti in incidenti notturni. E’ il quadro che emerge dai dati nazionali relativi ai sinistri nei fine settimana del mese di agosto 2010 elaborati dall’Asaps, l’Associazione amici della Polstrada.

Il mese che si chiude oggi è stato un test importante per il nuovo Codice della strada. Secondo i dati forniti dal Ministero dell’Interno, relativi agli incidenti rilevati dalla Polizia Stradale e dai Carabinieri – fa sapere l’Asaps, precisando che queste cifre non considerano quelle degli incidenti rilevati dalle Polizie Locali – ad agosto gli incidenti nei fine settimana sono stati 4.405, con un calo del 5%, rispetto ai 4.655 all’agosto del 2009, e con 250 scontri in meno. I feriti sono stati quest’anno 3.722, ben 452 in meno con una diminuzione del 10,8% rispetto ai 4.174 ingressi al pronto soccorso dell’agosto 2009. I morti sulle strade nei fine settimana sono stati 118, con un calo del 10,6% e 14 vittime in meno rispetto alle 132 dello scorso anno. Nella rischiosa fascia dei giovani under 30 i morti sono stati 50, uno in più rispetto allo scorso anno (+2%).

Gli incidenti mortali che hanno coinvolto veicoli a due ruote, un segmento sempre rischioso, sono stati 51 contro i 57 del 2009, -10,5%. Sono invece molto negativi i dati degli incidenti notturni, 41 quest’anno e 38 lo scorso anno, con un incremento del +7,9%. Ancora peggiore – prosegue l’Asaps – il dato delle vittime della notte pari a 52 rispetto ai 40 dello scorso anno. Ben 12 morti in più con un secco +30%, dovuto a diversi incidenti plurimortali avvenuti nella fascia che va dalle 22 alle 6 del mattino. Secondo l’Asaps, che registra i segnali positivi che arrivano dall’applicazione del nuovo Codice, il fenomeno degli incidenti notturni resta un problema le cui cause vanno chiarite e l’associazione intende continuare, per questo, a monitorarlo con attenzione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.