IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponente: scoperti 17 lavoratori in nero, tre denunce per manodopera minorile (foto) foto

Albenga. Ventitre lavoratori controllati, di cui 17 completamente in nero, 20 verifiche sui datori di lavoro e tre denunce penali per il reato di utilizzo della manodopera minorile (scoperti tre dipendenti non in regola minorenni, di cui due 17enni e un 15enne). E’ il bilancio dell’operazione contro il lavoro nero e minorile messo a segno dalla Compagnia di Albenga della Guardia di Finanza che, dopo una lunga attività investigativa, ha condotto un vero e proprio blitz nel corso di questo ultimo weekend, passando al setaccio la manodopera uitilizzata in bar, ristoranti, negozi e vari pubblici esercizi di tutto il comprensorio che va da Andora a Borghetto Santo Spirito, entroterra compreso.

Nel corso dei controlli la Guardia di Finanza ingauna ha persino scoperto un ristorante che impiegava 7 dipendenti totalmente sconosciuti al Fisco e alla previdenza sociale. Complessivamente i datori di lavoro non in regola sono risultati il 60% dei controlli complessivi messi a segno dalle Fiamme Gialle. I tre minori scoperti dalla Finanza per i quali sono scattate le relative denunce penali, sono stati individuati rispettivamente in un bar, in un negozio di abbigliamento e nel ristorante risultato completamente non in regola.

I datori di lavoro denunciati rischiano l’arresto fino a 3 mesi più un’ammenda di oltre 5.600 euro, mentre per gli altri potrebbero scattare sanzioni amministrative da 1500 fino a 12mila euro per ogni lavoratore in nero, oltre a 150 euro per ogni giorno di lavoro irregolare. Spetterà ora alla Direzione Provinciale del Lavoro stabilire una possibile sospensione della licenza o addirittura la chiusura del locale fino a tre mesi.

“I risultati operativi di questi controlli – dice il camandante della Guardia di Finanza di Albenga, Cosimo De Giorgi – dimostrano come molti esercizi pubblici, in un periodo di forte crisi economica, cerchino di ridurre il più possibile i costi fiscali e contributivi della manodopera impiegata, sulla stessa linea di come molte aziende rilascino fatture per operazioni inesistenti”.

In alcuni casi, le Fiamme Gialle hanno ricostruito l’iter lavorativo dei dipendenti controllati, alcuni dei quali erano in regola poco prima della stagione per poi essere stati licenziati ma continuando a svolgere le solite mansioni: per questo la Finanza ingauna sta svolgendo ulteriori accertamenti sui rapporti tra alcuni dipendenti e i rispettivi datori di lavoro per capire se vi fossero determinati accordi sui licenziamenti e permettere così ai lavoratori di accedere ai vari sussidi di disoccupazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    @Cepollina,
    è vero che la giustizia è paurosamente lenta(anche perchè non ha i mezzi che il governo dovrebbe dare!) ma non mi spieghi per quale motivo la Mondadori, in attesa di un giudizio favorevole,dovrebbe buttare i 9 milioni….ti pare normale?

  2. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    @ resist : “La Mondadori paga quasi 9 milioni di euro per chiudere una vertenza sulla quale dice di aver ragione?E allora perchè non aspetta tranquillamente il terzo giudizio favorevole?” Forse perchè il giudizio favorevole di secondo grado è del 1999 e si è in attesa si sentenza definitiva, tranquillamente, da 11 anni… ti pare normale? Nelle stesse condizioni di incertezza della Mondadori, magari più in piccolo, ci sono centinaia e forse migliaia di contribuenti…

  3. Scritto da jimmy il fenomeno

    @G.B. Cepollina….ahahahahahahahhaahahhahahahahah…poveri comunisti che mangiano i bambini…ahahahhahahahahahaah.
    mi spiace per te,ma gli unici due giornali cghe lòeggo sono questo e la gazzetta dello sport partendo dal fondo.
    p.s. non sono comunista……la politica mi fa schifo,come mi fa schifo il tuo amico psiconano….come continua,purtroppo,a farmi sempre piu’ schifo sto paese…

  4. Scritto da Zio Jo

    Certo che si trovasse un modo semplice e poco oneroso per dar la possibilità ai ragazzi almeno di “fare la stagione” sarebbe proprio un’ottima soluzione. Non penso che nessuno di quelli che hanno scritto voglia in qualche modo agevolare l’evasione fiscale, però oggigiorno assumere un minorenne è praticamente impossibile con tutte le limitazioni che la legge impone.
    Chi ha più di 40 anni ha sicuramente svolto qualche lavoretto quando era ragazzino (e qualcuno, di quello, ne ha fatto la professione) per non pesare troppo sulle tasche dei genitori e trovare un minimo di autonomia (e Dio sa quanto oggi ce n’è bisogno).
    @fabrizio2001 non voglio discutere se l’entità delle multe è adeguato o meno, comunque oltre ai 1500 euro (minimo) si parla anche di 150 euro al giorno, quindi la cifra aumenta considerevolmente. Ci sono poi moltissimi lavoratori in regola che preferiscono ricevere lo straordinario “fuori busta” piuttosto che vederlo cannibalizzato dallo stato!

  5. Belan
    Scritto da Belan

    Iniziamo a mettere in regola anche per i lavori stagionali….cosa vuol dire si è sempre fatto?
    Allora continuiamo ad incentivare questo tipo di lavoro!

    Io sono stato costretto a lavorare in nero ed ho una moglie e figlia a carico! O cosi’ o a casa!
    E gli assegni famigliari ? La malattia? e tutto il resto?
    Per pochi euro al mese!

    Vacci tu a lavorare per 600€ al mese in nero con figlia piccola , moglie e affitto a 35 anni!
    Ed intanto il “datore” RISPARMIA le tasse che TUTTI e giustamente devono pagare.

    Il discorso del ragazzino che lavora per la vepa in nero non ha senso. Pensi che solo i ragazzini lavorano in nero?