IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Noli, il Comune chiede di aderire all’Ente Repubbliche marinare

Più informazioni su

Noli. Dopo il successo della manifestazione rievocativa della nascita della Repubblica del 7 agosto scorso, il sindaco di Noli Ambrogio Repetto, a nome del Comune, ha formalmente esplicitato con una lettera, e su proposta del Comune di Genova, la propria domanda di adesione all’Ente Repubbliche marinare quale Quinta Repubblica.

“Si tratta di una domanda volta a costruire nuovi e fondati rapporti con il Mediterraneo” spiega il primo cittadino che nella richiesta di adesione all’Ente scrive: “In primo luogo si vuole ringraziare il Comune ed il Corteo Storico per la partecipazione alla rievocazione storica della nascita della Repubblica di Noli, che ha visto la presenza di numeroso pubblico interessato. In particolare poi la partecipazione del Gruppo Storico del vostro Comune ha assunto pure il significato della conferma delle antiche relazioni di fratellanza fra i nostri due Comuni, che furono alleati per numerosi secoli”.

“Noli fin dalle sue origini risalenti all’età romana repubblicana ebbe un particolare rapporto con Il Mediterraneo tanto che proprio recentemente è stato scoperto un approdo per il carico e lo scarico delle merci risalente all’epoca suddetta e la città, che divenne indipendente fino al 1797, partecipando alle vicende del movimento dei Comuni italiani, fu sempre fedele alleata di Genova e rivolse la propria attività economica sempre verso il mare sia per le attività di pesca che per i commerci marittimi tanto che proprio gli Statuti Comunali cittadini, pubblicati anni fa nella versione del XVII secolo, prevedevano precise norme per la tutela dei mari e per l’accesso alla pesca da parte di barche non appartenenti alla Città di Noli” spiega ancora nella lettera Repetto.

“Noli divenne pure Diocesi autonoma fino al 1820 con importanti figure storiche come l’ultimo Vescovo: Benedetto Maria Solari, che fu il più importante esponente del Giansenismo in Liguria. La città battè pure propria moneta per lungo tempo nel periodo medievale. La città, come è noto, conserva un importante tessuto storico medievale che mantiene ancora cinque delle settantadue torri un tempo esistenti (di cinquantasei si sono ritrovate le tracce) ed ogni anno nel mese di settembre vi si tiene la Regata Storica dei Rioni, che richiama l’antica regata per la divisione delle aree di pesca e a Noli ancora oggi si trova un’attività Cooperativa di pesca, che svolge attività di vendita diretta al pubblico” conclude il sindaco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ambrogio cosenza

    ma se siete stati i leccaculo di genova per mantenere una finta autonomia da quest’ultima concessa solo perchè non potevate avere un porto per navi di certe dimensioni evitate certe buffonate altrimenti quanti altri comuni potranno vantare richieste analoghe!

  2. Dario Ferro
    Scritto da Dario Ferro

    Dal punto di vista storico Noli come repubblica marinara vera è propria non è proprio mai esistita…

    Pero’ ottima trovata per il turismo

  3. IronMan
    Scritto da IronMan

    MA NON SIETE NEANCHE ACCREDITATI SULLA BANDIERA DELLA MARINA MILITARE ITALIANA, dove volete andare ? vi basti il corteo storico e le passeggiate dantesche!