IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Disabile rischia annegamento, pesante sanzione: a rischio la concessione dello stabilimento

Vado Ligure. La Capitaneria di Porto di Savona rende noti i provvedimenti presi nei confronti dello stabilimento balneare nel quale, ieri mattina, un disabile ha rischiato di annegare. Il fatto è accaduto presso la spiaggia del Centro Nautico Vadese.

“Allertata dal servizio 118 – afferma il capo servizio operazioni Giulio Giraud – la nostra sala operativa ha inviato sul posto il Nucleo Operativo Difesa Mare in quel momento in servizio. Si è potuto quindi constatare che l’intervento di soccorso in favore del disabile che aveva accusato un malore era stato effettuato da personale non dipendente dalla struttura balneare, in quanto il bagnino che avrebbe dovuto coprire il turno mattinale nella medesima era assente”.

“Inoltre – prosegue – è stata constatata l’impossibilità di accedere alle dotazioni di sicurezza e di pronto soccorso della postazione di salvataggio, in quanto situate all’interno di un contenitore chiuso con lucchetto e nell’immediatezza non utilizzabile neppure dagli altri responsabili della concessione”.

Mentre continuavano gli accertamenti dei militari della Guardia Costiera, si è presentato un bagnino inviato dalla Cooperativa alla quale i responsabili della concessione si affidano per la gestione del servizio di salvataggio.

Solamente per questo motivo è stata evitata l’immediata chiusura della struttura balneare. Sono stati invece redatti due distinti verbali di accertamento di infrazione amministrativa: il primo per l’assenza del bagnino dall’orario di apertura dello stabilimento fino al momento dell’inizio di copertura del servizio, il secondo per l’indisponibilità delle predette dotazioni di pronto soccorso e sicurezza balneare.

Le due violazioni sono punite con una sanzione che va da un minimo di 1032 ad un massimo di 3098 euro. E’ stata infine inoltrata la prevista comunicazione all’autorità portuale di Savona Vado, ente responsabile della gestione del demanio marittimo in quel tratto di costa, perché venga valutata la posizione del titolare dello stabilimento ai fini di un’eventuale decadenza della concessione demaniale marittima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lylogi
    Scritto da lylogi

    …per stavolta è andata bene, dunque…
    ottimo lavoro di sanitari e di CP!!!