IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celle, ritorna la Mostra internazionale del cinema indipendente foto

Celle Ligure. Da giovedì 19 a domenica 22 agosto Celle Ligure ritorna ad essere la capitale del cinema internazionale con l’ottava edizione della Mostra internazionale del cinema indipendente.

Quattro giorni di cinema intenso e grandi novità, a partire dalla nuova sezione dedicata ai video clip musicali e ai numerosi eventi collaterali che come ogni anno arricchiscono la mostra. “Possiamo vantarci di essere uno dei pochi festival al mondo in cui lo spettatore può vedere il cinema in tutte le sue forme espressive – dichiara Martin Zanchetta, direttore artistico della mostra -. La manifestazione non competitiva, promossa dalla casa di produzione Progetto Cine Indipendente, ha come obiettivo quello di mettere in mostra il cinema allo stato puro.

“Cinema come forma d’arte – prosegue Zanchetta -. Ad ogni opera viene dato lo stesso peso e lo stesso spazio, a prescindere che sia stata realizzata da un autore famoso o dai ragazzi delle scuole”.

In cartellone 14 film provenienti da ogni parte del mondo e 3 video clip musicali: “La bolla” di MGZ, “aMMami” di Zibba-Almalibre e “Pasion” della cantante Giada Caliendo, celebre per il brano “Turuturu” presentato a San Remo 2001.

Si comincia giovedì 19 alle 18,30 con l’aperitivo musicale con il cantautore varazzino Zibba. Alle 21 il film corto d’animazione “Little Miss Eyeflap” del norvegese Iram Haq, per la prima volta in Italia,la magica e fantastica storia di una ragazza pakistana/norvegese che scappa dal matrimonio combinato che la sua famiglia le ha riservato.

Alle 21,30 “Calibro 70”, poliziesco di Alessandro Rota, ambientato nella Torino anni 70. Leonardo Morra, spietato criminale meglio noto come “Lo Svizzero”, mette a punto i suoi sporchi piani lasciando dietro di sè numerose vittime. Il figlio del direttore della più importante banca cittadina si mette in contatto con il criminale, accordandosi per una grande rapina nella banca del padre. Nel frattempo Lo svizzero dovrà fare i conti con alcuni traditori e con un suo acerrimo nemico: “l’Inglese”, con cui lotta per il dominio della città. Un film che non si limita al semplice omaggio, ma in qualche modo vuole reinterpretare, anche con la giusta ironia, un grande genere cinematografico che ha caratterizzato l’Italia degli anni ’70: il poliziesco.

Alle 22,15 “Il mio ultimo giorno di guerra” di Matteo Tondini con Ivano Marescotti. In una strada di collina, nella Romagna della Seconda guerra mondiale, un giovane contadino si trova improvvisamente a contatto con due soldati tedeschi e due americani. Tutto lascia pensare ad un conflitto a fuoco, e il giovane si sente perduto, ma l’arrivo di un aereo civetta spinge tutti a nascondersi nell’erba. Da quel momento il contadino cercherà di salvarsi la vita… Passati gli anni quello stesso contadino racconterà così al nipote il suo primo e ultimo giorno di guerra, nascondendo però una dolorosa verità.

Alle 22,50 “Pathos”, realizzato dai genovesi Dennis Cabella, Marco Ercole e Fabio Prati, ambientato In un futuro indeterminato, distese enormi di rifiuti coprono ogni angolo del pianeta. Il riscaldamento globale rende la superficie inabitabile e ostile. La Terra è morta. Ma gli uomini hanno dato vita alla loro più grande invenzione, Pathos, un sistema meccanico che protegge gli esseri umani, controlla i 5 sensi e dà loro una vita perfetta. Il pensiero liberale non è permesso. Possono solo essere fatti foriniti a pafamento dal sistema. Ma un giorno, qualcosa cambia.

Venerdì 20 sono in programma “Giallo Limone” realizzato dai ragazzi del consiglio comunale di Celle Ligure (21); il documentario “Corde” di Marcello Sannino (21,30), “Vostok Station” di Dylan Pharazyn (22,30) e il documentario di Mr. Puma “Savona mia, Savona mai” (22,45).

Sabato 21 spazio all’incontro pubblico “Vizi privati e pubbliche virtù” (18). Alle 21 “Porque Hay Cosas Que Nunca Olvidan” di Lucas Figueroa; a seguire “Locked Out” di Yanusobu Takahashi (21,30); “La Preda” di Francesco Apice (23).

Domenica 22 sono in programma il corto d’animazione “Fard” (21); “L’Ultimo Crodino” di Umberto Spinazzola (21,30); “The Silver Rope” di Fabio Resinaro e Fabio Guaglione (23,15).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.