IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bardineto, attesa finita: stasera parte la nona edizione di “Balla Coi Cinghiali”

Bardineto. Ci siamo, l’attesa è finita: stasera scatta la nona edizione del Festival Balla Coi Cinghiali che si chiuderà, dopo tre giorni di festa, sabato. L’evento sarà, come sempre, ad ingresso gratuito (e con una vasta area attrezzata per le tende).

Numerosi artisti si esibiranno, dividendosi tra Main Stage – il fulcro del festival, con tanti nomi di spicco del panorama indie nazionale, Reggae Yard – con oltre 14 band dall’Italia e dall’estero, dj set e ospiti alla console, palco Local Heroes – dedicato alle realtà musicali liguri, Palco Folk – ritmi popolari nel magico scenario del borgo vecchio, Rock&Blues Bar – con concerti live, Skate Area – con dj set di hip hop/breakbeat/punk&hc e Afro Zone – con esibizioni e corsi di danza e percussioni.

Ad aprire il Festival stasera saranno i “Teatro degli Orrori”, reduci dal grande successo dell’ultimo album “A sangue freddo”. Ad affiancarli sul Main Stage i “Bud Spencer Blues Explosion”, “power duo” composto da Adriano Viterbini (voce, chitarra) e da Cesare Petulicchio (batteria). E ancora nella serata inaugurale Tyng Tiffany, che presenta qui il suo terzo album Peoples Temple, un disco dalle sonorità dark wave anni 80, i Tenebrae, Nexus e Il Ponte di Zan. Sul Reggae Yard si inizierà sin dal pomeriggio con Snauzer Sound per concludere con il ritmo trascinante di Vito War.

Domani la manifestazione ospiterà i “Perturbazione”, usciti il 21 maggio con “Del nostro tempo rubato”, cd di 24 tracce per 75 minuti di musica. L’album riporta il gruppo torinese sulle scene musicali dopo 3 anni in cui i componenti avevano intrapreso diverse attività. I Perturbazione sono tornati con nuove emozionanti canzoni che sarà possibile ascoltare live al festival. Insieme con loro sul Main Stage i Sick Tamburo, 2/3 dei Prozac+, un mix esplosivo tra rock ed elettronica, Radio Zastava, San La Muerte, Io?Drama, Corvi Bianchi e Avvocati del Diavolo. Mentre sul Reggae Yard arriverà dalla Francia “General Good”, uno degli astri nascenti della dance hall europea.

La serata conclusiva di sabato vedrà invece come protagonisti assoluti i Motel Connection, che con il nuovo album H.E.R.O.I.N, uscito lo scorso marzo, hanno dato un taglio funk alle canzoni elettroniche con le quali si sono fatti conoscere al grande pubblico. Samuel, Pierfunk e Pisti chiuderanno in grande stile la nona edizione del Festival Balla Coi Cinghiali. Insieme a loro sul Main Stage anche Spasulati Band, The Wavers, Calipson, Badenya, Batebalengo e Dot Vibes, mentre il Reggae Yard ospiterà Gappy Ranks, l’artista raggae inglese del momento.

Oltre al suo ingrediente principale, la musica, il Festival Balla Coi Cinghiali prevede anche cucine di strada e ristoranti basati sul concetto di ‘Km Zero’, colazioni letterarie e concerti acustici dal mattino, area espositiva sul consumo critico ed ecosostenibile, area letteratura con presentazioni di libri, incontri con gli autori, rave letterari e performance poetiche, area teatro, cinema, mostre e una gara di corsa, il trail “Corri coi cinghiali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.