IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga senza ostetricia, l’assessore Rambaudi: “Razionalizzazione dei punti nascite”

Regione. E’ l’assessore regionale alle politiche sociali, Lorena Rambaudi, ad intervenire sul reparto di ostetricia e ginecologia di Albenga, dopo quelle che definisce “polemiche sterili e troppi personalismi” di questi giorni.

“Il piano sanitario della Regione è stato frutto di una deliberazione collettiva che ha visto compatti e uniti Giunta e Consiglio regionale in una proposta che ha l’obiettivo di razionalizzare le risorse come il governo centrale fortemente richiede – sottolinea la Rambaudi -. Un asse di razionalizzazione, seguendo parametri scientificamente incontestabili, riguarda il tema dei punti nascita affrontati con uguale misura in tutta la Liguria, che ha portato alla scelta di chiudere o non aprire reparti di ostetricia con un volume decisamente inferiore al parametro di mille parti all’anno, tutto questo in una logica di costi-benefici e di garanzie di sicurezza per le partorienti che devono aver garantita una rete di emergenza nel caso di complicazioni”.

“Capisco che emotivamente non piaccia agli albenganesi non poter nascere nella propria città o avere i propri cittadini costretti a spostarsi anche se di pochi chilometri; ma lasciamo il livello tecnico-scientifico a chi se ne capisce – prosegue l’assessore della giunta Burlando -. Il centrodestra non può essere così incoerente nei diversi livelli di governo in cui è presente secondo il ruolo che gioca (maggioranza o minoranza) ed invito gli amministratori di Albenga a chiedere la loro opinione ai Ministri Sacconi e Fazio che tagliano risorse e chiedono alle Regioni di ridurre la spesa sanitaria in particolar modo quella ospedaliera” conclude la Rambaudi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da svullo

    L’assessore pensi a fare il suo lavoro e non ad occuparsi delle deleghe di un altro “sciagurato” assessore alla sanità!!!!!!!!!!!!!!! Un reparto pronto solo ad entrare in funzione in un ospedale nuovissimo non può restare chiuso per colpa di certi giochi politici, la giunta regionale dovrebbe vergognarsi !!!!!!!!!!!!111

  2. Scritto da huatulco

    Quello che l’assessore Rambaudi non ha ancora capito è che l’ostetricia ad Albenga non sarebbe in più ma al posto di quella di Pietra. E si tengano pure al S. Corona la chirurgia protesica.

  3. tsukiyama
    Scritto da tsukiyama

    Pur di apparire cosa non si farebbe, probabilmente sta tirando la cordata per un
    compagno di partito, trombato e subito remunerato ma, qualche carica politica in
    comune potrebbe pure ottenerla certo, non come primo cittadino.

  4. Scritto da geometra Antonio

    errata corrige: Assessore alle politiche sociali e non alla sanità

  5. Scritto da geometra Antonio

    Chissà se l’illustrissimo assessore insieme alla giunta ed al consiglio regionale hanno riflettuto che il nosocomio Albenganese si trova centralmente rispetto a quello di Imperia e Savona, che abbraccia non solo la costa ma un bacino molto più ampio se si evidenzia tutta la piana ed i comuni che la compongono, che il reparto è pronto per funzionare con attrezzature nuove ed all’avanguardia! Come al solito le giunte di centrosinistra vogliono farci credere che quello che hanno deciso per pure scelte politiche sono scelte fatte per il bene della collettività e/o obbligate da qualche altro. Come al solito non è mai colpa loro.
    Quindi se lasciamo il livello tecnico-scientifico a chi se ne capisce come mai lei fa l’assessore alla sanità in Liguria?