IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, nuova ordinanza del sindaco in materia di ordine pubblico

Albenga. In seguito alle segnalazioni, pervenute da parte di numerosi cittadini, relative a degrado urbano ed ambientale, nonché a problemi in ordine al decoro cittadino, riguardanti l’uso di alcuni spazi pubblici di aggregazione, il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri ha, nei giorni scorsi, ha adottato una nuova ordinanza in materia di ordine pubblico che, da lei stessa presentata e promossa in sede di Coordinamento dei Sindaci per la Sicurezza, ha trovato il parere concorde di numerosi altri amministratori della provincia di Savona.

Preventivamente comunicata al Prefetto di Savona, l’ordinanza vieta in tutto il territorio comunale lo stazionamento e l’assembramento rumoroso di persone, con comportamenti che risultino non consoni al decoro dell’ambiente e alla pubblica decenza, oltre che limitare la normale fruibilità degli spazi pubblici e privati da parte dei cittadini; vieta altresì lo stazionamento e il transito in costume da bagno al di fuori della zona lungo mare; proibisce il consumo di bevande alcoliche in contenitori di vetro, di metallo o di altra tipologia, al di fuori dei luoghi di somministrazione all’uopo destinati o in occasione di manifestazioni temporanee che prevedono diversamente; impone ai gestori di attività commerciali e pubblici esercizi il mantenimento in buone condizioni di nettezza dell’area immediatamente circostante i loro esercizi commerciali o loro pubbliche pertinenze date in concessione, quando la precarietà dalla pulizia derivi dall’esercizio della loro attività.

Fatte salve le responsabilità civili e penali, chiunque non osservi le disposizioni dell’ordinanza, se non già sanzionate da specifica normativa, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa di carattere pecuniario da 25 a 500 euro, nonché della misura cautelare del sequestro, finalizzato alla confisca amministrativa, delle bevande alcoliche, nonché di eventuali attrezzature ed oggetti impiegati per il consumo delle predette bevande, oltre alla sanzione accessoria del ripristino dello stato dei luoghi a cura e spese del trasgressore in caso di abbandono dei contenitori utilizzati per il medesimo consumo. In caso di inottemperanza, provvederà il Comune di Albenga, con aggravio di spese in danno ai trasgressori.

I trasgressori, compiutamente identificati, che non ottemperino all’ordine impartito dagli agenti e funzionari di polizia, per motivi di sicurezza pubblica, ordine pubblico o igiene, del ripristino dello stato dei luoghi, verranno perseguiti a norma dell’articolo 650 del Codice Penale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. grillo_irrequieto
    Scritto da grillo_irrequieto

    e vi lamentate di Albenga pensate a Pietra dove il “progressista” De Vincenzi ha vietato di chiedere l’elemosina

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    @higtech . . . allora vai a farti quattro risate nel centro storico di Albenga di sera !. . . al limite, da democratico-non-razzista, porta a casa tua qualcuno di questi “gioiosi bevitori di innocue birrette”. . . sei ridicolo !

  3. ossalopp
    Scritto da ossalopp

    Buon per te che ci guadagni qualcosa, Santillan, visto che ne scrivi così. Saluti.

  4. Santillan
    Scritto da Santillan

    Guarda ti sarà facile capire la mia ironia non razzista, sono figlio di due persone non nate in liguria e una delle due è meridionale. Sono proprio quelli “come me” che attivano la mia ironia quando sbuffano e rimbrottano su sti “4 forestieri”. Sull’indotto capisco tu aspiri al turista d’elite, ma d’altronde quelli con le palanche grosse non vengono certo a passare il ferragosto a Vadino! Poi comunque un po’ di indotto ribadisco che lo portano, non sarà un grande business ma qualcuno qualche soldino ce lo guadagna, magari non tu visto che te ne lamenti così. Saluti.

  5. Scritto da Zio Jo

    @hi-tech purtroppo non ci sono solo le belle ragazze :-)
    Per quanto riguarda le birre penso che, a questo punto, andrebbe esteso a qualsiasi tipo di bevanda in quanto è per cercare di evitare che dopo averle bevute i vuoti vengano abbandonati (se non rotti, ecc) sui maciapiedi e nelle aiuole (?).
    Sul fatto del Podestà, bhè guarda come sono gli atteggiamenti di partito a cominciare dal senatur…