IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, primo giorno da sindaco per Rosy Guarnieri

Albenga. Prima giornata di lavoro per il nuovo sindaco di Albenga Rosy Guarnieri. Per nulla stanca e affaticata dalla dura campagna elettorale e dai festeggiamenti per la vittoria, il neo primo cittadino è già al lavoro per preparare la nuova giunta: “Nonostante il maggior numero di preferenze Roberto Schneck sarà proposto per la carica di presidente del consiglio comunale, il vice sindaco sarà un esponente del Pdl e non della società civile. Domani, al termine di una riunione, potremo fare l’annuncio” ha confermato ad IVG.it Rosy Guarnieri.

In lizza per la poltrona di vice sindaco restano quindi due nomi papabili: Ubaldo Pastorino e Massimiliano Nucera. Per domani Rosy Guarnieri terrà anche la sua prima conferenza stampa ufficiale da sindaco di Albenga: alle ore 16, presso la Sala Giunta, l’incontro con i giornalisti sarà dedicato alla manifestazione ‘Fior d’Albenga’, parte del programma di eventi ‘Primavera d’Albenga’, promosso dal Comune.

Saranno presenti i responsabili delle aziende coinvolte nell’iniziativa (Garden Service Vivai Michelini di Borghetto Santo Spirito, Agricoltura e Giardino SNC di Villanova d’Albenga, Il giardino dell’orchidea az. Agricola di Ferrando Sandro di Ceriale, Vivai Montina di Cisano sul Neva), oltre al presidente della Palazzo Oddo Srl Carlo Basso e, appunto, il sindaco Rosy Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Greghini Panfilo

    Basilemario,
    chissà come ti rode il cuore aver perso. Continui a fare cagnara, ad offendere, ma il popolo vi ha mandato a zappare la terra. Chiama pure la Guarnieri con il nome “Richeri” ma ricordati che avete straperso!!! Ora la Guarnieri è il tuo Sindaco…. hihih..
    Avete perso 22 seggi su 22… hihhihi.
    Ridicoli….

  2. Bandito
    Scritto da Bandito

    Sai una cosa, basilemario, non ho capito una parola di quello che hai scritto, mi dai il nome del tuo spacciatore così mi ci rifornisco anch’io?

  3. Scritto da basilemario

    …altro che musse ma ora caro fran che la “richeri” fara’ pulizia di extracomunitari la cabina dovrebbe essere installata, tanto non non ci hanno mai ne pisciato ne bevuto birra, e’ solo che tappava la vetrinetta del dentista altro che musse, e i ragazzi della scuola che aspettano il pulman non ci pensi, devono sostare sotto la tenda del negozio di alimentari. che e’ben piu’ importante che la vetrina del dentista., perche’ e’ piu’ importante la vista per poter entrare nel negozio che la vista del dentista (non e’ che uno vede la vetrina del dentista e dice a to vado farmi fare la dentiera da questo) non ti pare??comunque vedremo cosa fa’ “richeri”. sicuramente se e dico se rifara’ la tettoia la rifara’ davanti al negozio degli exttracomunitari ( che e’ li a fianco tanto loro non possono protestare perche’ gli verra’ dato l’olio di ricino e qualche manganellata) e non nel posto piu’ utile e indicato. alla prossima. ma vala, ma vala.

  4. Fran
    Scritto da Fran

    caro basile mario lungi da me difendere ciangherotti anche perche mi interessa poco, ma la cabina davanti al suo studio hai proprio ragione che serviva agli extracomunitari..ma non per aspettare il pulman ma per pisciarci dentro e starci sotto a ber birra quando piove! altro che musse….

  5. Scritto da alba

    vedo che ci sono persone molto informate e allora vorrei farvi una domanda. Oggi su un giornale c’era un articolo dove si diceva che la curia ha perso il ricorso al tar per gli oneri di urbanizzazione della scuola di san michele e quindi (e mi pare giusto) dovra’ pagare i trecentomila euro. Motivazione: la scuola non e’ di interesse pubblico. Se non e’ interesse pubblico come e’ stata possibile una variante al piano? Allora se io decido di fare una scuola fanno una variante per farmela fare anche la’ dove non ci sono i requisiti? Forse ho atteso troppo ora la banda delle varianti (serre di amici e clienti, supermercati di amici imprenditori ecc.ecc.) e’ andata a casa. Qualcuno mi puo’ rispondere?