IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze: incontro tra “vecchi” e “nuovi” campioni di ciclismo

Varazze. Sabato 6 marzo alle ore 15.30, presso l’Unitre Varazze di via Don Bosco, straordinario pomeriggio di cultura sportiva, nell’ambito del corso “I valori dell’etica nello sport”. Saranno presenti per raccontare la propria verità e le proprie e esperienze i campioni del pedale degli anni ’50: Vittorio Rossello, Mino De Rossi e Luigi Zaimbro.

Vittorio Rossello, rampollo di una nota famiglia savonese con la passione per le due ruote è nato a Stella San Giovanni e ha corso ai tempi di Coppi e Bartali; anzi è stato per diversi anni gregario del campione toscano alla Legnano portando a termine diversi “Giri d’Italia” e compiendo imprese memorabili quando la strada, allora sterrata, tendeva ad impennarsi sotto le ruote dei corridori. Ma viene ricordato soprattutto per una sconfitta: il secondo posto nella Milano Sanremo del 1948. Bisogna però dire che il primo fu un certo Fausto Coppi che riuscì a liberarsi di lui poco prima di Imperia.

Mino De Rossi, genovese ma nativo di Arquata fu campione mondiale dilettanti  inseguimento su pista nel 1951, ma soprattutto medaglia d’oro alle Olimpiadi di Helsinki del 1952. Professionista e allievo di Coppi nella Bianchi, riuscì alla fine degli anni cinquanta ed emergere nel difficile mondo della pista e delle “Sei Giorni” riportando grandi successi e facendosi ben volere da tifosi e avversari.

Luigi Zaimbro, genovese, è forse il più modesto dei tre. Ma ricordiamoci che fu gregario di Pambianco, vincitore del “Giro d’Italia” del centenario dell’Unità d’Italia del 1961. Un brandello di maglia rosa gli appartiene di diritto.

Con loro una voce delle nuove generazioni legata alle due ruote: il giovanissimo Francesco Colombo varazzino, atleta emergente in quanto Campione Italiano esordienti di DOWNHILL, una specialità moderna e adatta ai giovanissimi; una specialità che coniuga spericolatezza, velocità, equilibrio e controllo del mezzo meccanico.

Un confronto fra generazioni, dunque, ma non solo. Per i varazzini sarà occasione di rivivere gli anni del “bel ciclismo”, quando Varazze era “il regno del pedale” e la passione era tanta. Coppi e la sua squadra, la Bianchi, facevano dell’Hotel Genovese il quartier generale per i loro allenamenti in Riviera. L’incontro è aperto a tutti gli appassionati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.