IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Valbormida, Burlando: “La Ferrania sarà un polo leader nel fotovoltaico”

Valbormida. “La Ferrania diventerà un polo leader nel fotovoltaico. L’aver a suo tempo rinunciato a puntare sulle energie rinnovabili è stata una scelta sbagliata”. E’ questo il pensiero del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando che oggi, a margine della sua visita istituzionale in Valbormida, ha voluto spendere qualche parola sulla Ferrania Solis che inaugurerà martedì.

“Oggi sono felice che questa fabbrica, da noi sempre molto sostenuta, sia pronta a partire con un progetto, e credo che vada perciò sostenuta ancora, con la convinzione che possa un domani tornare ad essere leader” ha aggiunto il Governatore della Regione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    Per fortuna della Ferrania, in questo momento si stanno investendo una quantità enorme di soldi pubblici (leggi nostri) per sostenere inutili investimenti in energie alternative. Personalmente non vorrei mettere nemmeno un euro in soldi buttati, e vedremo che fine faranno questi investimenti dopo le elezioni.

  2. Scritto da Aurelio Bianchi

    Caro pasquino62,
    un momento, per favore.
    La regione ha sganciato molti denari.
    I privati hanno accettato di prendere una realtà industriale, sia pure in chiusura.
    Entrambi hanno dei doveri i primi perchè gestiscono denaro pubblico e non devono sprecarlo, i secondi perchè dovrebbero dire cosa vogliono fare e aprire il portafogli.
    E’ troppo facile fare gli imprenditori con i contributi pubblici!
    Bisogna anche dire che gli enti locali non hanno saputo svolgere il loro ruolo:
    la regione si limita a pagare
    la provincia non se ne interessa
    il comune di Cairo pensa soltanto al latte crudo e al pattinaggio.
    E tutto va a rotoli…

  3. pasquino62
    Scritto da pasquino62

    Caro Bianchi
    concordo con lei ….difatti è grosso modo quello che molto sinteticamente ho detto io…ovvero la regione non ha “compito” sul piano industriale e sulla serietà della cordata imprenditoriale e/o delle banche….

  4. Scritto da Aurelio Bianchi

    Caro signor Pasquino62, mi perdoni, ma non è esattamente come dice lei.
    Ferrania è stata praticamente regalata ad una cordata genovese, secondo i desiderata della Carige che aveva sostanzialmente gestito tutta la vicenda (fallimento incluso).
    La regione ha assicurato soldi, e finora ha tutelato i lavoratori in cassa sperando che gli imprenditori facessero il loro mestiere e avessero qualche idea.
    Ma la cordata di imprenditori si è sciolta e sono rimasti i Messina, che non sanno che farsene dello stabilimento.
    In realtà non è mai esistito alcun piano industriale.
    Si è andati alla cieca in attesa di contributi pubblici per fare qualcosa.
    Il settore più facilmente finanziabile è quello delle energie alternative, e così nasce la ferrania Solis che occuperà pochi addetti.
    Gli altri restano in cassa integrazione, a disposizione dei comuni.
    Per questi la regione assicura 500 euro mensili in aggiunta alla cassa.
    Le assicuro, di seri piani industriali, con soldi veri, finora nessuna traccia.

  5. pasquino62
    Scritto da pasquino62

    Mi scusi Bianchi va bene che in questo Paese tutto è colpa dei politici ma (benedetto il Signore) fino a prova contraria gli investimenti ed i piani industriali vanno fatti e presentati dalla proprietà!!!!
    La regione ha, al limite, il compito (dovere ?) di stanziare aiuti e/o agevolare la suddetta politica industriale ove la stessa si riveli concreta e sostenibile!!!