IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trasporti, “giusto il ricorso al Tar”: parla Marson, “alle regionali voterò per la Gasco”

Savona. “C’è una evidente sproporzione nell’assegnazione delle risorse regionali a favore di Genova con una chiara penalizzazione del ponente ligure”. Non usa giri di parole l’assessore provinciale ai trasporti Paolo Marson nel commentare il ricorso al Tar presentato dalle tre società, Acts, Sar e RT, contro il piano triennale varato dalla Regione Liguria sul trasporto pubblico locale.

“Bene hanno fatto a ricorrere al Tar – sottolinea ancora Marson -. E’ giusto avere attenzione per il bacino Genovese, tuttavia questa considerazione spropositata porta a risultati non equi”. Infine in tema di trasporti Marson lancia l’ultima stoccata ai cugini genovesi, parlando del risanamento compiuto da Acts, che ora guarda con buone prospettive al futuro grazie alla fusione con la Sar, in barba anche alle polemiche sindacali. Non così, secondo Marson, si può dire per le aziende genovesi: “Essere in crisi non è una giustificazione per avere più risorse degli altri – prosegue l’assessore -, in particolare verso chi è stato virtuoso nella stabilizzazione dei bilanci. O meglio, è giusto aiutare chi è in crisi ma il perdurare di uno stato di difficoltà non può portare come risultato il fatto di avere sempre dei vantaggi”. Da questo punto di vista Marson si spinge anche oltre, senza escludere nel settore dei trasporti un futuro approdo dei savonesi nella “grande Genova”.

Interpellato dai cronisti sul suo attuale ruolo politico nell’organigramma del Pdl, seppure senza tessera uffciale, Marson parla così della sua ormai passata esperienza di “tecnico”: “Certamente non posso negare un mio impegno diretto nella politica, anche per il mio ruolo di assessore nella giunta Vaccarezza, provo comunque a mantenere un approccio manageriale, vale a dire dentro i problemi con l’obiettivo di trovare le soluzioni idonee”. E per le regionali? “Voterò per Roberta Gasco” conclude Marson.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da otrebla

    Ma perchè tanta meraviglia di fronte alla dichiarazione di voto di Marson a favore della Gasco? E’ un comportamento di solidarietà tra persone che, senza troppe preoccupazioni, cambiano la sponda politica .

  2. Scritto da antonio gianetto

    Vecchio detto genovese: tia ciù un pé de m.s.a che ‘na cupia di beu!

  3. Scritto da juppiter

    ormai siamo abituati alla più totale mancanza di pudore a Palazzo Nervi (a partire dalla grammatica italiana “benvenuti a casa tua” per finire con le indicazioni di voto) e certo il soggetto in questione non brilla per ponderazione, ce lo ha già dimostrato più volte. Chi se ne frega se a portare Vaccarezza e Co in provincia a suon di lavoro (e di euro) sono stati molti degli altri candidati?
    Detto questo, non sono affatto sicuro che il suo voto andrà alla Gasco (nemmeno troppo sicuro che vada al PDL).
    Le motivazioni della “frantumazione di lance” signor bazzano, sono fin troppo chiare e mi sembra che almeno una di quelle da lei indicate colga nel segno! (e non è la numero due perchè alcuni dei competitors della gasco sono tutt’altro che scalcinati, almeno dal punto di vista di potenziale economico ed elettorale, lo dimostra il fatto stesso che si faccia tanto movimento per non farle fare una figura più magra di quel che farà e che si scriva persino sui suoi cartelloni “coordinatore provinciale PDL”).

  4. Scritto da r. bazzano

    anche Marson si premura di dichiarare che voterà Mastellina Gasco.
    Relativamente alle motivazioni di questa “frantumaizone di lance” pro-Mastellina radioprovincia dà tre possibilità:
    1) si sono lasciati impietosire e cercano di assicurarle un lavoro perchè se non prende lo stipendio dalla regione non sa cosa fare e si ritrova disoccupata e nullafacente
    2) glialtri candidati del PDL sono talmente scalcinati che “meglio lei che un altro”
    3) si premurano di indicarne il voto (in pubblico, ma in privato danno indicazioni diverse:::) perchè quando non passerà il turno “non si possa dire che non l’abbiamo aiutata”

    Ai posteri l’ardua sentenza…. e le risate!

  5. Scritto da principe

    ma siiiiiiiiii, continuiamo a fregarcene del fatto che si rappresenta tutta la provincia anzichè un solo candidato!!!non so perchè, ma credo tanto che se al 30 marzo la gasco non arriverà prima, nel pdl provinciale ci sarà una bella pulitura da tutta quella bratta che ad oggi è presente dentro il partito…