IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, inaugurata la mostra “Metafore della conoscenza” foto

Toirano. Sabato 13 febbraio è stata inaugurata la mostra-laboratorio “Metafore della conoscenza” organizzata dalla Civica Università di Toirano e che sarà ospitata nel Palazzo del Marchese sino al 13 marzo. La mostra sta avendo un ottimo successo di pubblico con partecipazioni qualificate di esperti e operatori, in particolare dei settori dell’educazione e del sociale.

Il convegno iniziale è stato aperto dal presidente I.so. Luca Malvicini il quale ha efficacemente introdotto l’argomento ironizzando sulle metafore che ci circondano e utilizzando oggetti e strumenti che ci coinvolgono nelle metafore del nostro vivere quotidiano, partendo dall’assunto che “La metafora crea qualcosa che non esisteva partendo da elementi esistenti”. La partecipazione è stata numerosa e, pertanto, le persone che non potevano essere contenute nella sala consiliare sono state ospitate in altra stanza all’uopo attrezzata con sistema di videoconferenza.

Subito dopo c’è stato il saluto del vice sindaco Mirko Infantino, il quale ha esteso il plauso anche degli altri amministratori presenti e non, per un convegno di livello che ha interessato il pubblico anche di altre regioni.

Coordinatrice dei lavori è stata Barbara Visentini, responsabile didattica della Civica Università di Toirano, che ha introdotto i relatori. Questi ultimi sono stati Donata Fabbri del Cipc di Ginevra sul tema “Metafore della conoscenza”; Pietro D’Alfonso, pedagogista di Milano sul tema “Il re era davvero il re”; Luigina Mortari dell’Università di Verona sul tema “Una metafora per amica”; Domingo Paola del Gremg di Genova sul tema “Nuove tecnologie e nuove metafore nella didattica della matematica”; Alberto Munari dell’Università di Padova sul tema “Si può pensare senza metafore?”.

Al termine del convegno è stata inaugurata la mostra “Metafore della conoscenza”, nel Palazzo del Marchese, con una serie di laboratori per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, per avvicinare il giovane pubblico alla comprensione delle diverse metafore della conoscenza e alle loro caratteristiche. All’arrivo, i partecipanti sono stati accolti da un giocoliere sui trampoli che li ha introdotti nel percorso.

La mostra precede un percorso dove ogni spettatore sceglie le frasi che rappresentano di più il proprio modo di organizzare la conoscenza per poi cercare sui vari pannelli la metafora corrispondente e che si riferisce di più a quelle che la persona usa più frequentemente. Nel percorso vengono forniti una scheda e dei timbri da apporre sulla scheda personale a ricordo di ogni metafora.

La metafora è una scintilla di senso, un fatto del pensiero non del linguaggio perché è il pensiero ad avere natura metaforica. Conoscere è un assedio che la mente fa alle cose e la conseguenza che traiamo dalla metafora ci dà ricchezza. Quindi la metafora è impertinente, ci stimola e, da arte e poesia, passa anche alle scienze e alle tecniche, come dimostrato da Paola parlando di grafici, derivate, secanti e tangenti. E’ la tesi della “creatività forte” che è stata condivisa da tutti i relatori e da un pubblico che non si è perso un intervento.

Al termine della mostra, l’aperitivo con specialità toiranesi è stato l’ultima gradita sorpresa di una giornata di arricchimento personale e di cultura ligure nel borgo medioevale di Toirano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Marcondirondirondello.
    Scritto da Marcondirondirondello.

    vai a vedere la mostra magari capisci il senso della frase ,per me è chiara cosa pretendevi un trattato in questa sede?la prossima volta vai all’inaugurazione

  2. il grillo sparlante
    Scritto da il grillo sparlante

    … ?????????? … ” La metafora è una scintilla di senso, un fatto del pensiero non del linguaggio perché è il pensiero ad avere natura metaforica. Conoscere è un assedio che la mente fa alle cose e la conseguenza che traiamo dalla metafora ci dà ricchezza. “.

    Premettendo che non ho seguito i lavori, io volerei un po’ piu’ basso …

    Dal ” Modernissimo dizionario illustrato dell’ Istituto Geografico De Agostini di Novara ( era modernisssssssimo nel 1969 quando venne stampato …) leggo:

    Metafora: Sostantivo femminile, gramm. – Figura retorica che consiste nell’ usare una parola in un senso diverso dal proprio per una relazione di somiglianza. Esempio: ” Questo luogo e’ un Paradiso ! ”

    C’ era bisogno di far arrivare qualcuno da Verona da Padova o da Ginevra perche’ ce lo spiegasse?

    Bastava avere il “Modernissssssssimo dizionario etc. etc. ” !!!

    A quando due settimane di discussione sull’ uso improprio della “D” eufonica?

    Se chiudo dicendo (anche se non c’ entra molto con l’ articolo ma forse si…) che siamo tutti fuori come un poggiolo, ho usato una metafora o una similitudine ?

    Scusate l’ irriverenza ma quando dopo aver letto qualcosa 3 volte ancora non capisco esattamente cosa s’e’ voluto dire ci resto male …