IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piattaforma Maersk: ecco il pool di banche

Vado L. Bnl, il gruppo Bnp Paribas e la Banca Popolare di Vicenza. Sarebbe questo il pool di banche pronto a finanziare l’operazione della piattaforma Maersk a Vado Ligure, che prevede un investimento complessivo pari a circa 350 mln di euro. Come anticipato dal quotidiano Milano Finanza sembra definito quindi l’assetto finanziario per il nuovo terminal contenitori. E’ stato inoltre confermato che non saranno presenti nell’operazione Banca Carige e la Cassa Depositi e Prestiti, come invece era trapelato nei mesi scorsi.

Con il prossimo passaggio in Comitato portuale, previsto per l’8 marzo, e la successiva Conferenza deliberante, i cantieri per la nuova opera potrebbero già partire entro il 2010, come spera lo stesso presidente della Port Authority Cristoforo Canavese.

L’Autorità Portuale di Savona ha infatti impostato il finanziamento della piattaforma di Vado attraverso l’utilizzo di parte del gettito Iva che verrà generato dal traffico merci. Questa impostazione, seguita per la prima volta in Italia, prevede un forte coinvolgimento degli istituti di credito, non solo sul piano finanziario ma anche e soprattutto nella verifica e nella valutazione dei parametri relativi alla credibilità dell’opera e dello sviluppo economico da essa generato.

A seguito di procedura di gara è stata formalizzata l’offerta relativa al finanziamento della quota pubblica della piattaforma (300 milioni), a cui si uniscono per 150 milioni fondi privati messi a disposizione della società APM Terminals. Di particolare rilievo il ruolo avuto da Bnp Paribas (capofila del raggruppamento) che, in un momento certamente non facile per la situazione generale del credito, ha saputo approfondire i dati economici dell’operazione e su questi ha coinvolto le altre banche della compagine. L’Autorità Portuale di Savona ritiene che questo fatto possa essere propedeutico anche al consolidamento del concetto di autonomia finanziaria, tema sui quali, con il prezioso aiuto dell’VIII Commissione del Senato, si sta procedendo speditamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Accidenti due giorni fa’ sono stato costretto ad aprire un conto alla prima citata ….. (che mi ha “rifilato” il conto indesiderato).
    Volevo gia’ liberarmene al piu’ presto …. e questo mi convince nella mia intenzione.

  2. unbe
    Scritto da unbe

    invito tutti i savonesi a boicottare le suddette banche in nome della nostra salute. chiudete i conti in quelle banche specificando il motivo.