IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, rifiuti lungo il Centa: la denuncia del Ceda foto

Albenga. Ancora ritrovamenti di rifiuti abbandonati ad Albenga, lungo il fiume Centa. “Nel sopralluogo di ieri – dichiara Anna Borrello, presidente del Ceda -, abbiamo trovato veramente di tutto. Un buon numero di televisori e frigoriferi, mobili in quantità, copertoni, materiale edile, vecchie tubature abbandonate, radio, carcasse di vecchie biciclette e tanto altro”.

“Soprattutto – prosegue Borrello – abbiamo visto che a dispetto delle ordinanze del sindaco, emanate ma mai fatte
osservare, sempre più vi è la consuetudine di bivaccare lungo le rive del Centa, materassi, tende improvvisate e ripari di fortuna sono sempre più frequenti e testimoniano come sempre più persone vivano lungo le rive del fiume”.

“Non è concepibile – conclude il presidente del Comitato Ecologico Difesa Ambientale -, che mentre in tutta Italia a partire da Roma baraccopoli e accampamenti di fortuna vengono smantellati qui ad Albenga si faccia finta di non vedere ed ancora non si interviene in maniera decisa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Il contratto di fornitura del servizio di pulizia che si commissiona dovrebbe essere redatto in modo piu’ utile ai cittadini.

    Bisogna fare un bando in cui si stabilisce una cifra che l’amministrazione e’ disposta a spendere per avere un servizio completo di ritiro della rumenta, ovunque si trovi.

    Se si trova rumenta in giro chi e’ responsabile della rimozione deve provvedere entro un paio di giorni alla rimozione.

    Ovviamente ….. fatta la pulizia indispensabile ……. se poi qualcuno riesce ancora a buttare rumenta senza essere sanzionato vuol dire che i controlli sono scarsini ……

    Restando al bando …. stabilita la cifra massima chi vuole partecipare lo fa’ al ribasso ed alla fine la comunita’ potrebbe anche scoprire che cosi’ si spende di meno.

  2. Scritto da mariolino

    io prenderei quelli che sono in galera per scontare pene contro il pubblico patrimonio ( bruciato auto, rotto vetrine ecc.) e che se la spassano alla grande in un dolce far niente, li impiegherei in questi lavori di pubblica utilità. Sarebbe la punizione più sgradita e più deterrente per questi delinquenti. Ma una proposta del genere scatenerebbe l’ira ed il risentimento di una parte politica che ben conosciamo. Teniamoci la sporcizia sia fuori che “dentro.”

  3. Scritto da basilemario

    Non so’ se paoloncino polemizza o meno ma quant’e’ bella albenga e’ sempre stata cosi e non solo ora………….

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Cio’ che non rieso a comprendere e’ perche’ non vengano prontamente tolti e portati al posto corretto.
    (magari poi si puo’ anche piazzare qualche telecamera).

  5. Scritto da Paoloncino

    Guardate…guardate tutti com’è bella Albenga!!!!!