IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, Ascom e Albergatori dicono no allo spostamento della loro sede

[thumb:637:l]Varazze. L’associazione Albergatori e la Ascom Confcommercio di Varazze vanno all’attacco per difendere la sede dei loro uffici sita, attualmente, al secondo piano di Palazzo Beato Jacopo. In una una riunione del 28 dicembre scorso, con il Sindaco e gran parte della Giunta del Comune di Varazze, era emersa l’intenzione di sfruttare meglio le sale ai piani superiori di Palazzo Beato Jacopo, che ospitano appunto anche gli Uffici dell’Associazione Albergatori, ma non si era parlato di spostarli in altro luogo.

L’esecutivo della città infatti intende dare spazio a mostre e rassegne di maggiore importanza, ma non ha ipotizzato però nessuno spostamento anzi, riguardo all’Ufficio Accoglienza Turistica (Iat), si è parlato di un potenziamento con dotazioni tecnologiche esterne e un’insegna visibile dalla Via Aurelia.

Andrea Bruzzone, il Presidente Associazione Albergatori, e Marilena Ratto, il Presidente Ascom Confcommercio, però denunciano che, quasi a sorpresa, a margine della stessa riunione, hanno appreso con stupore le esternazioni di segno diverso del vicesindaco e albergatore Andrea Valle, peraltro assente all’incontro citato.

“A fronte di ciò teniamo a ribadire come l’Ufficio Informazioni Turistiche di Palazzo, proprio grazie alla sinergia tra Associazione Albergatori e Ufficio Provinciale del Turismo, risulta il più funzionale del territorio, con un orario quotidiano e giornate d’apertura molto più ampie di qualsiasi altro in zona. Una linea, tra l’altro, confermata dalla nuova presidenza dell’Amministrazione provinciale, che ha manifestato il preciso indirizzo di potenziare gli Uffici Turistici Comunali del nostro territorio” spiegano le Associazioni di Categoria di Varazze.

“E, ancora, riteniamo come in un comune che punta all’ospitalità, com’è Varazze, la buona funzionalità dell’Ufficio Turistico Comunale sia di vitale importanza per l’intera economia dell’intero comprensorio. Viceversa, interrompere questa collaborazione, per Albergatori e Commercianti della Città, significherebbe un grave danno per l’accoglienza complessiva della Città, e per tutta l’economia su cui essa si basa, che in questi momenti di vacche magre sicuramente nessuno può desiderare e neppure invocare” aggiungono ancora Bruzzone e Ratto.

“Diversamente, ipotizzare come sede dell’Ufficio Turistico il minuscolo ex Ufficio Marittimo a lato del Kursal Margherita, riteniamo sia assolutamente sminuente dell’importanza di ogni attività di promozione della Città. Non siamo più negli Anni Sessanta. I moderni Uffici Accoglienza, secondo noi, debbono essere dotati di tutte le tecnologie all’avanguardia, con WiFi, internet, filmati, ampi spazi espositivi, e personale preparato professionalmente. Tutti elementi che si possono potenziare soltanto in una sede adeguata come quella di Palazzo Beato Jacopo” osservano dall’associazione Albergatori e dall’Ascom.

“Ci chiediamo come sia possibile che il vicesindaco Valle sia in disaccordo contemporaneamente con il Sindaco Delfino e con il Presidente Vaccarezza. Noi riteniamo altresì che il bilancio comunale, pur di difficile gestione, non sia a livelli di disperazione tali, al punto di fare cassa a detrimento dei servizi essenziali prestati ai cittadini e agli ospiti. Ricordiamo, infine, che l’Associazione Albergatori occupa solo una piccola parte dello stabile in questione, e che le due sale-mostre sono attualmente già gestite completamente dal Comune, così come l’Ente Pubblico decide autonomamente su iniziative e mostre. L’Assoalberghi garantisce esclusivamente pulizia, riscaldamento, apertura e guardianaggio del Palazzo come da convenzione, con un impegno finanziario notevole e che ben volentieri sosteniamo nell’ottica di rendere un irrinunciabile servizio pubblico” proseguono dalle associazioni di categoria.

“A questo punto auspichiamo che sugli indirizzi della giunta cittadina torni una opportuna armonia e una univocità di indirizzi, specialmente su argomenti così importanti per il sostegno e lo sviluppo economico della Città” concludono Andrea Bruzzone e Marilena Ratto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.