IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terremoto Haiti, colletta nelle parrocchie della diocesi

Savona. Tutte le parrocchie della diocesi hanno risposto, ieri, all’invito del vescovo di destinare la colletta delle Messe domenicali agli interventi caritativi a favore della popolazione terremotata di Haiti. Le offerte raccolte confluiranno ora presso la Caritas diocesana di Savona-Noli, che coordina la colletta.

Intanto, grazie alla mobilitazione dei centri Caritas e dei volontari in tutte le dieci diocesi di Haiti e nella Repubblica Dominicana, pur tra le difficoltà logistiche e in una situazione caotica, Caritas italiana, al momento attraverso Caritas Haiti, ha avviato diversi interventi su target limitati ma effettivamente raggiungibili, in attesa di poter lanciare un piano complessivo per la fase di emergenza e programmare poi le altre fasi su larga scala.

Sono oltre 500 gli operatori Caritas attivi nella capitale Port-au-Prince. In 11 centri hanno finora provveduto alla distribuzione di kit da cucina e per l’igiene, disinfettanti e coperte per 3.000 famiglie, 30.000 litri di acqua potabile e tende destinate a più di 50.000 persone. Sono inoltre in fase di distribuzione kit sanitari per 80.000 persone e 4 milioni di pastiglie per la potabilizzazione dell’acqua.

Sono arrivati da Santo Domingo 20 camion e 80 container con aiuti alimentari e generi di prima necessità.   Sono state attivate sei cliniche mobili che forniscono cure di base e informazioni per evitare il diffondersi di epidemie. Intanto la Caritas ha riattivato – nell’ospedale san Francesco di Sales, in centro città, distrutto al 60% – una macchina per le radiografie e due sale operatorie. Si sta inoltre allestendo una terza sala operatoria in una struttura temporanea accanto all’ospedale.

Per le prossime 2-4 settimane si prevede di distribuire kit di base settimanali a 20.000 famiglie. Ogni kit contiene: cibo in scatola per una settimana, acqua potabile o pasticche per potabilizzazione, farmaci di base con indicazioni in lingua creola, kit per l’igiene personale, kit da cucina con pentole ed utensili. Cibo e tende sono stati distribuiti anche a 3.000 persone a Leogane – che è stata quasi completamente distrutta – e ad altre 5.000 a Grosse Morne e a Jacmel.

La Caritas diocesana di Savona-Noli, in sinergia con le altre Caritas liguri, raccoglie offerte in denaro, e non  vestiti, coperte o generi alimentari, che saranno  utilizzate per gli interventi in loco attraverso la rete Caritas. Le donazioni si possono fare presso l’Ufficio Caritas diocesana in via Mistrangelo 1/1 bis a Savona  dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12, o con bonifico bancario intestato a Diocesi di Savona-Noli / Caritas diocesana IBAN: IT67 E063 1010 6030 0000 0891 480  Causale: Emergenza terremoto Haiti. Per chi può essere interessato alla detraibilità dell’offerta i dati sono:  donazione on line con carta di credito sul sito web della Fondazione diocesana www.comunitaservizi.org/bkpass/creditcard.php ; bonifico bancario intestato a ComunitàServizi Fondazione diocesana ONLUS IBAN: IT66 D063 1010 6030 0000 0860 580 Causale: Emergenza terremoto Haiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Leofinalese

    Caritas Haiti si è mossa molto bene…i dati lo dimostrano…e cosa dice Bertolaso?: “La macchina dei soccorsi una fiera delle vanità”…”patetica”.
    Caro Bertolaso…torna a casa e cambia mestiere.