IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro ad Alassio: dai Kataklò al Barbiere di Siviglia

Alassio. Prosegue ad Alassio, la stagione teatrale promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio, nell’ambito del circuito La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona.

Venerdì 22 gennaio, protagonista sarà la danza con l’inconfondibile stile acrobatico della compagnia Kataklò e la spettacolarità di Play (22 gennaio), una coreografia di straordinaria sensibilità artistica firmata da Giulia Staccioli, fondatrice e direttore artistico dal 1995 dell’ineguagliabile équipe tutta italiana Kataklò Athletic Dance Theatre.

È un lavoro ispirato allo sport e appositamente ideato per rappresentare l’Italia alle Olimpiadi della Cultura di Pechino 2008 su invito del Ministero della Cultura cinese e con l’alto patrocinio del Ministero per gli Affari esteri, dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Ambasciata italiana.
La rassegna proseguirà poi con un’altra opera di Giuseppe Verdi, Aida (28 gennaio), in un allestimento multimediale in cui i costumi mantengono un trionfalismo tipico dell’opera. Sul palco tornano l’Orchestra Filarmonica di Milano e la Corale Lirica Ambrosiana in una produzione del Teatro dell’Opera di Milano, per la regia di Mario Riccardo Migliara.

Il 25 febbraio, Gianfranco Jannuzzo con lo spettacolo “Girgenti amore mio” racconterà l’amore profondo per la sua terra e ciò che rende la Sicilia così dolce e amara al tempo stesso.
La stagione teatrale alassina ospiterà poi lo spettacolo Dona Flor e i suoi due mariti (10 marzo), un affresco corale, liberamente tratto dal capolavoro di Jorge Amado, capace di sprigionare incandescente ilarità e poesia visionaria. La trasposizione teatrale, fedele allo spirito dell’autore, è un’esilarante e struggente metafora di segreti desideri dell’animo umano.

A chiudere il cartellone sarà, infine, l’opera il Barbiere di Siviglia (18 marzo) di Gioachino Rossini, in un allestimento che evidenzia la follia presente nel libretto e nella musica del compositore, il gioco inaspettato del caso e il costante “colpo di scena”.

Gli spettacoli ospitati dal Palalassio “L. Ravizza” prenderanno il via alle ore 21.00.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.