IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa sulla pubblicità: un tavolo tecnico per una soluzione condivisa

Savona. Si è svolto questa mattina un incontro tra Comune di Savona e i rappresentanti dei commercianti in merito alla vicenda della riscossione della tassa sulla pubblicità. da parte del concessionario Ica. Erano presenti il sindaco Federico Berruti, Franco Zino presidente di Confesercenti, Paolo Prefumo presidente di Ascom, Giacomo Minuto membro della giunta Ascom e Daniela Tarantini funzionaria della Confcommercio, che hanno presentato le problematiche relative ai metodi di determinazione dell’imposta e alle difficoltà di interagire con il concessionario.

Successivamente il sindaco Berruti, insieme all’assessore al Commercio Franco Aglietto e all’assessore al Bilancio Luca Martino, al direttore generale Vincenzo Filippini e al dirigente dei servizi tributari Giovanni Librici, ha incontrato il concessionario rappresentato dal responsabile Pietro Amato, al quale hanno presentato alcuni obiettivi immediati di gestione della vicenda definendo una posizione, concordata con il concessionario stesso, che verrà ufficializzata martedì prossimo in Giunta con una determina.

Il primo punto riguarda il front office: il servizio sarà potenziato con una maggiore presenza allo sportello grazie al rafforzamento del team Ica sia con una nuova unità a partire da lunedì prossimo, alla quale si aggiunge la presenza settimanale di un tecnico qualificato, sia con lo spostamento fisico dello sportello presso l’ufficio Tributi di via Manzoni, messo a disposizione dall’amministrazione per una maggiore accessibilità al pubblico. L’ufficio di via Manzoni sarà operativo dai primi giorni di febbraio, per i tempi di installazione tecnica legata alla strumentazione informatica, e sarà attivo fino al 30 giugno 2010, limitatamente alle questioni riguardanti le imposte sulla pubblicità.

Come secondo punto l’amministrazione comunale istituirà e coordinerà un tavolo tecnico di verifica e confronto, al quale parteciperà il concessionario, e al quale verranno invitate le associazioni di categoria, per esaminare le principali questioni relative all’imposta sulla pubblicità, nella logica della massima trasparenza, equità fiscale e collaborazione tra amministrazione e contribuenti.

Il terzo punto riguarda la rideterminazione dei termini di pagamento e delle scadenze. L’amministrazione ha deciso di chiedere al concessionario di prorogare 3 termini, con l’intenzione di venire incontro alle richieste delle associazioni di categoria. I termini di pagamento o di impugnativa degli avvisi di accertamento relativi all’imposta sulla pubblicità del 2009, che scadrebbero entro 60 giorni dalla notifica, sono tutti prorogati al 30 giugno 2010; sia la denuncia annuale 2010 che il versamento dell’imposta sulla pubblicità del 2010, il cui termine è il 30 aprile 2010, sono prorogati al 30 giugno 2010.

“E’ necessario – ha detto Berruti – instaurare un dialogo costante e collaborativo tra tutti gli attori coinvolti nella spinosa vicenda. Certamente il metodo adottato non è stato corretto verso i commercianti già alle prese con la crisi economica. Mi auguro si possano dare risposte concrete per un fisco più equo e giusto”.

La Confesercenti, per mezzo di un comunicato, si dice soddisfatta dell’incontro odierno e specifica: “Abbiamo portato in Comune le istanze della categoria  e chiesto all’amministrazione comunale di farsi carico presso Ica di richiedere la sospensione delle cartelle emesse in attesa di chiarire le diverse posizioni. E’ stata presentata anche ampia documentazione a dimostrazione che nulla è dovuto per le insegne inferiori a 5 mq supportata anche da sentenze di Cassazione che chiariscono che i marchi posizionati all’interno delle insegne con una superficie inferiore a 5 mq  non devono pagare l’imposta sulla pubblicità”.

“Registriamo l’invito – si legge infine – da parte di diversi  associati di organizzare azioni di protesta , come l’oscuramento con drappo nero di tutte le insegne Savonesi che, per il momento, in attesa di sviluppi positivi, accantoniamo. Assieme alla Ascom, che con piacere è stata invitata alla riunione , invieremo una nota congiunta al comune di Savona , per formalizzare le richieste già espresse verbalmente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.