IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Cafueri attacca ancora sulle baracche dello scaletto: “Inquinano l’ambiente” foto

Savona. Il consigliere della IV Circoscrizione (Fornaci-Legino-Zinola) del Comune di Savona, Vito Cafueri, torna all’attacco sul tema delle baracche dello scaletto dei pescatori. Come già fatto a più riprese il consigliere ha ribadito il suo parere favorevole all’abbattimento di queste strutture. “Quelle vergognose baracche inquinano l’ambiente sia sotto il profilo ambientale che visivo. Non mi sento di dire sanitario perchè non so se in quelle baracche sono in funzione i servizi igienici e di sicurezza se assaliti dalle fiamme” osserva cafueri.

“Come potrete notare gli inneschi per ora non hanno avuto effetto. Di certo la situazione è, per una città civile, veramente intollerabile. Quelle baracche, dalla prima all’ultima, tolgono la piena visibilità al nostro meraviglioso golfo. Insisto nell’affermare che il mantenimento dei volumi non è stato richiesto al soggetto interessato al problema che è, e resta, il Consiglio della Quarta Circoscrizione. Coloro i quali che hanno espresso parere in favore dei volumi sono, senza dubbio alcuno, espressione di insignificanti rappresentanze per i cittadini di Fornaci” prosegue il consigliere della circoscrizione.

“Formulati da persone, forse, interessate personalmente. Del resto quello Scaletto registra continui abbandoni da parte dei concessionari. Ancora ultimamente una dismissione che ha comportato la eliminazione di un accesso con tanto di mattoni e cemento. Mi auguro che il giusto per la Città prevalga e l’abbattimento sia radicale. La natura del nostro golfo farà il resto per il bene della nostra Città” conclude Vito Cafueri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Da sempre , se vado al mare è su quella spiaggia. Devo dare ragione a Cafueri. Non so a che titolo siano state costruite, le ho viste da sempre , ma … in vista, sarebbe stato opportuno che i proprietari ne avessero curato almeno l’aspetto e non farle diventare così come si vede dalle foto, un qualcosa di alla meno peggio. La mia preoccupazione è che adesso con gli interventi quella spiaggia diventi un altro tassello di quella città asettica, di cemento e falso verde, copia di un qualche bozzzetto buttato giù dall’archietto di turno e stravolga lo spirito di quella spiaggia dove il bello è che ,,, c’è la sabbia,il sole, il mare e basta (a parte dei servizi che oggi non ci sono) Non dimentichiamo che se è una Bandiera Blu losi deve a chi la cura e segue da sempre per il piacere del mare e non per lucro. Una nota per chiudere e cioè che ci sono Consiglieri di Circoscrizione che oggi continuano ad avere un rapporto diretto con il territorio e si fan carico dei problemi quotidiani, non solo di quelli a livello superiore, e questo depone a favore di chi chiede la prosecuzione delle Circoscrizioni o come chiamar si vogliano e dove i rappresentanti siano di quel territorio e non , come accade in politica, magari nemmeno abitino dove sono Amministratori.

  2. Scritto da Eugenio

    Ha perfettamente ragione. Quelle baracche sono uno schifo, un degrado che impedisce la vista del mare e della costa, una baraccopoli a cielo aperto che va eliminata.