IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Burlando al ministro Fazio: “Valutare il peso degli anziani”

Regione. “Noi non chiediamo più soldi di quelli che ci spettano ma di valutare il tasso abnorme della popolazione anziana in questa regione”. Così il presidente della Regione Claudio Burlando che ieri, a Roma, ha esposto questa problematica al ministro della Salute Ferruccio Fazio.

“La popolazione al di sopra dei 65 anni in Liguria ha un tasso del 26,8% contro il 20% della media nazionale, quasi 7 punti percentuali in più. Questo tasso è poco pesato” ha affermato Burlando illustrando l’annuario statistico regionale del 2009. “La Liguria – ha aggiunto Burlando – ha inoltre un ruolo di battistrada visto che tra circa 20 anni la situazione ligure sarà riflessa a livello nazionale. Conviene quindi investire sulla Liguria perché significa capire come affrontare l’evoluzione demografica del paese”.

Al ministro Fazio, Burlando ha chiesto “di mettere al lavoro i suoi uffici assieme ai nostri affinché il tema del peso degli anziani rappresenti una grande questione scientifica e sociale e non solo un tema da affrontare in qualche riunione convulsa di fine anno. Occorre inoltre tener conto che molti di questi anziani sono piemontesi o lombardi che hanno deciso di passare in Liguria l’ultima parte della loro vita”.

Per quanto riguarda la sanità, caratterizzata nel 2008 dal calo dei ricoveri ospedalieri rispetto all’anno precedente, Burlando ha ricordato “la diminuzione di 500 unità dei posti letto per acuti fino al 2008 e delle interruzioni di gravidanza che passano da 3.165 nel 2007 a 2.994 nel 2008”. “In diminuzione – ha ricordato Burlando – anche la spesa farmaceutica che dai 234 euro a ligure nel 2006 è passata a 205 euro nel 2008, consentendo un risparmio di 47 milioni di euro e diventando una delle componenti prioritarie del piano di rientro sanitario”.

Il risparmio, secondo il presidente della Regione, può essere ulteriormente aumentato. “Se la spesa farmaceutica regionale fosse come a Imperia dove è a quota 180 euro per abitante, in un anno si passerebbe da 47 milioni di euro di risparmio a 87”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.