IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali: Gente d’Italia si allea con Sandro Biasotti

Regione. L’alleanza tra il nuovo partito Gente d’Italia e il Popolo delle Libertà per Sandro Biasotti, candidato presidente alla Regione Liguria, è stata siglata oggi a Genova in un incontro pubblico tra il presidente nazionale del movimento politico Enzo Asseretto e l’onorevole Biasotti.

Gente d’Italia è un partito politico fondato un anno fa a Genova e ora con sedi in tutta la Liguria. “Un movimento che vuole esprimere il pensiero della gente comune – ha spiegato Asseretto – oltre la casta, per una politica centrata sul lavoro e in chi crede che un mondo migliore sia possibile”.

“Sono felice di stringere un’alleanza con un partito nuovo con all’interno gente con grande esperienza civile e politica – ha commentato Biasotti -; è una forza importante che si aggiunge alla coalizione grazie al programma. Meritocrazia, sanità, infrastrutture, la Liguria non deve essere più trascurata”.

Tra i candidati di Gente d’Italia alle elezioni regionali di marzo l’imprenditore genovese Elio Ugolini, il medico chirurgo di Savona Mariano Bormioli, il presidente regionale degli autrasportatori per Confartigianato Antonio Marzo di Imperia e la guida di Terziario Donna alla Spezia Barbara Canese. I punti salienti del programma politico sono due: il primo riguarda il sostegno al reddito delle famiglie, il secondo è il rilancio delle infrastrutture sul territorio ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Lui! Grazie dello scritto : sono davvero daccordo con te su tutto. Il problema della politica oggi è che circolano troppi politici di professione. Gente che non ha un mestiere e una professionalità e che devono essere mantenuti da noi perche’ non hanno nè voglia di lavorare nè sono cosi’ tanto bravi da poter fare i professionisti della politica.
    Parassiti che spesso neanche si candidano in nessuna lista per non compromettere la loro credibilità, basata sul nulla. Stanno nell’ombra di qualche deputato o senatore. Millantano conoscenza con personaggi altisonanti e votio consensi che non hanno. Ma campano lo stesso. Arraffano un po’ qua un po la’. A volte arrivano a raggiungere anche qualche traguardo e a ricoprire pure qualche incarico pubblico. Sono loro il virus da debellare. Quelli che abbiamo sempre tra i coglioni nei partiti e che fanno i caporaletti….

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    ..Cepollina: DAI! non mi attaccare sempre con polemiche sui giochetti delle persone e della politica! Cosa fa l’UdC, ANZI e’ bene chiarire cosa fa l’UDC genovese (cioe’ uno) ed i suoi gli uomini dell’apparato savonese (cioe’ uno), si sa. Conosco< dall'interno i metodi dei signori interessati e da quel posto me ne sono andato, proprio per questi due personaggi e i loro metodi. Potremmo dire ogni cosa su questi giochetti e sulle persone che vi ruotano ma non credo che Chicco sia approdato all'UdC in preda a qualche miraggio del tipo quelli di cui si parlava. Se proprio devo dirla tutta, il boss genovese NON ACCETTERA' MAI di avere capolista un pezzo da 90 come Chicco, cavallo di razza, indubbiamente autorevole e che lo potrebbe mettere in ombra , ma gli preferirà un altro semplice ronzino che non c'entra nente con l'udc ed il popolo di centro, che ha molte ambizioni, una solida amicizia con i responsabili provinciali e che potrà fare agevolmentge l'agnello sacrificale. (e' una barzelletta pensare come sia stato possibile che questo sig. Folonari sia approdato all'udc...andava benissimo per voi, secondo me!). E' inutile che continuate a battere il chiodo sulla storia di S.Corona per cercare affannosamente di recuperare: è strumentale, inutile, quasi ridicolo perchè LO SANNO ANCHE I SASSI E I DIPENDENTI DI S. CORONA CHE QUELLO CHE PROMETTETE è IMPOSSIBILE DA REALIZZARSI. Cosi' come è tragicomico che continuiate a infangare l'udc (e lo dico nonstante tutte le critiche che indirizzo sempre a loro..) perchè vi brucia non aver potuto metter le mani sui voti di centro, per voi oggi così preziosi... Cosi' come e' altrettanto ridicolo che oggi si invochi e supplichi il voto dei Cattolici, tentando di destabilizzarli. Senza rancore G.B.!

  3. Scritto da Leofinalese

    un Partito che dichiara di rappresentare la “gente comune” organizza delle “comuni” assemblee pubbliche….presenta dei “comuni” programmi dettagliati…e dopo fa delle “comuni” votazioni per eleggere i suoi dirigenti…altrimenti è una “COMUNE FURBATA”

  4. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    ok, sono d’accordo con hitech, ora potrà rivolgere le sue critiche direttamente al candidato dell’udc alessandro garassini che, a quanto risulta da un articolo di IVG, nel suo vagabondare tra movimenti e partiti politici alla ricerca di un “centro di gravità permanente” pare sia passato pure dall’iscrizione a Italia Futura per poi approdare alla lista UDC a sostegno di burlando dopo essere stato, tra l’altro, il leader dei contestatori a burlando stesso quando questi, sciaguratamente, deaziendalizzò il Santa Corona…

  5. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Pienamente daccordo con Hi-tech
    Io “dato” l’entrata in politica dei professionisti con il periodo “Craxi” ed e’ per questo motivo che proprio non lo apprezzo.

    Un professionista puo’ opeare molto bene …. ma per un periodo limitato.

    Ho sperato molto nell’entrata in politica dell’attuale presidente del consiglio, speravo fosse in grado di far piazza pulita delle pastoie burocratiche incancrenite nella nostra amministrazione …. il sogno di un repulisti e’ stato piu’ volte miseramente tradito ed ora
    ci si trova con un parlamento ed una amministrazione ….. peggio di prima.

    Per uscire da questa situazione ….. la vedo difficile chi e’ passato alla politica ora probabilmente non e’ piu’ capace di tornare indietro, come puo’ adattarsi ad un lavoro qualsiasi dopo la “doratura” ottenuta?

    Sarebbe opportuno sganciare la parte retributiva dei politici dalla loro competenza, sarebbe opportuno annullare tutti i procedimenti legislativi atti ad aumentare tali retribuzioni ….. riportata la “paghetta” diciamo al 1995
    (l’anno in cui hanno smesso di riconsiderare i livelli di poverta’ della gente comune …. un familiare e’ a carico se ha un reddito annuo superiore a 2840,51 euro i 5.milioni e 500.000 lirette del 1995 prima tale valore veniva annualmente riconsiderato, oggi annualmente si riconsiderano solo gli stipendi dei parlamentari)

    cosi’ …. l’attivita’ politica diventa meno appetibile per il professionista di successo …. resta solo chi piu’ che al guadagno punta alla buona amministrazione.

    E se la retribuzione e’ paragonabile alla retribuzione cui puo’ accedere presso una qualsiasi azienda …… se perde l’elezione ….. puo’ tornare al vecchio lavoro senza drammi ……e questa sicurezza di fondo fa’ si’ che si possa mantenere “libero”.

    E per gli aumenti ….. si puo’ fare come nella vicina svizzera dove ogni aumento e’ soggetto alla approvazione referendaria. (almeno penso sia ancora cosi’)