IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liguria, record italiano di produzione di energia eolica nel 2009

[thumb:10881:l]Liguria. E’ dal 2000 che la Liguria ha iniziato ad investire nella realizzazione di impianti eolici. Una tendenza in linea con ciò che è accaduto nel resto d’Italia e che fa sì che il 2009 sia ricordato, a livello nazionale, come un anno-record per ciò che concerne gli investimenti in forme di energie rinnovabili.

Negli ultimi dodici mesi, infatti, nel nostro Paese sono stati installati 1.114 MW e sono stati prodotti 6,7 TWh di energia elettrica, pari al consumo domestico di 7 milioni di italiani, con un risparmio di circa 4,7 milioni di tonnellate di CO2. I dati record del 2009 arrivano da Anev, Enea, Aper e Ises Italia che sottolineano con “soddisfazione” che “le previsioni, a suo tempo formulate e pubblicate, sono state ancora una volta pienamente rispettate”.

In particolare, il 2009, riferiscono Anev, Enea, Aper e Ises Italia, si e’ chiuso con una potenza eolica efficiente di 4850 MW di cui piu’ di 1.100 MW installati nel 2009, nuovo record assoluto per l’Italia e con un dato di produzione elettrica “molto importante che – proseguono – evidenzia il significativo apporto dell’eolico al sistema elettrico, con una crescita del settore su base annua superiore al 30% mantenendo una percentuale analoga a quello degli anni precedenti, nonostante la crisi finanziaria che, a livello nazionale ed internazionale, ha investito nel 2009 l’economia”.

“Questo importante risultato – sottolineano – non solo ha contribuito ad una riduzione delle emissioni e ad un incremento della produzione rinnovabile estremamente rilevante, ma ha anche contribuito allo sviluppo occupazionale, industriale ed economico del nostro Paese”.

Il 2009, dunque, si e’ concluso con il record storico di installazioni di eolico per l’Italia, un dato che, secondo Anev, Enea, Aper e Ises Italia, “conferma il fatto che il nostro Paese ha oramai il passo del resto del mondo e che, seppur ancora non al livello dei principali mercati europei, e’ in linea con il raggiungimento degli obiettivi Comunitari in tema di rinnovabili al 2020”.

Per ciò che riguarda questo settore, siamo infatti il terzo Paese in Europa e il sesto nel mondo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Leofinalese

    Per Bogliolo,
    prima di fare queste affermazioni categoriche sull’eolico perchè non descrive i risultati ottenuti dalla Spagna?
    Le energie rinnovabili servono tutte…non c’è alternativa per il nostro futuro.

  2. Scritto da Francesco Bogliolo

    Nel 1994 le energie rinnovabili producevano il 20,9% dell’ energia elettrica consumata in Italia.
    Nel 2007 la percentuale è scesa al 15,7%…e si noti che all’ interno della voce “energie rinnovabili” la parte del leone la fa la produzione idroelettrica che vi concorre per circa il 90% del totale.
    Nel 2007, sempre sul totale di energia elettrica consumata ,la produzione di energia eolica vi ha concorso per l’ 1,1%, quella fotovoltaica dello 0,01%.
    Mi chiedo perchè continuare a sprecare risorse in un settore palesemente senza futuro.