IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia, caso firme “false”: indagato Vaccarezza

Più informazioni su

[thumb:13186:l]Savona. Poche righe per diffondere personalmente la notizia che lo ha come protagonista e che lo vede indagato dalla Procura della Repubblica di Savona per per il caso delle firme “false” raccolte per la presentazione della lista del Pdl alle ultime elezioni provinciali.

Ecco quello che il Presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza, ha scritto qualche ora fa in una nota inviata agli organi di stampa: “Mi è stata notificata una convocazione da parte della Procura della Repubblica di Savona per essere ascoltato come indagato nelle indagini relative ai presunti reati commessi in relazione alla raccolta firme a sostegno della lista del PdL partecipante alle ultime elezioni provinciali. La cosa mi stupisce ma nulla modifica, né nella serenità con cui da ormai qualche mese affronto quotidianamente il lavoro di presidente della Provincia, né nell’ impegno che ogni giorno metto nell’interesse dei nostri concittadini”.

“Resto fiducioso – ha aggiunto – che la verità sia rapidamente accertata e che si concluda questa penosa vicenda che nulla ha a che fare con la voglia di cambiamento che ha portato alla mia elezione. Evito, vista la delicatezza del momento, ogni commento, ribadendo fiducia nelle istituzioni”.

L’inchiesta della Procura di Savona, coordinata dal Procuratore Francantonio Granero e portata avanti dalla dottoressa Paolucci, sulla questione delle firme false coinvolge ora dieci persone. Non resta che attendere quindi l’interrogatorio ad Angelo Vaccarezza, fissato per il 14 gennaio, per capirne di più.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Calu

    La cosa triste è che, qualunque sarà l’esito, una parte griderà al complotto e l’altra che la giustizia finalmente funziona.

    Così il rispetto delle istituzioni e la coesione sociale resteranno sempre e comunque lacerati.

  2. Bandito
    Scritto da Bandito

    Da ragazzino uscivo con la figlia di un parlamentare comunista che mi diceva: se non sei comunista sei fascista! Ora che il pendolo ha oscillato dall’altra parte, i sinistri si inc…..no se gli si dice:se non stai con Silvio sei comunista, vale a dire che, visto che chi è del PDL o di altro partito non comunista è evidentemente, per il loro stesso sillogismo, un fascista, “se non sei fascista sei un comunista”. Siate coerenti, almeno.

  3. Scritto da r. bazzano

    In Italia ognuno è innocente fino a prova contraria.

    Poi, come ben sappiamo (ci viene ripetutto quasi giornalmente dal nostro luminoso “premier”) tutti i giudici sono tutti comunisti, così come tutti quelli che non si inchinano nell’ovazione, copresi i liberui pensatori ecc.
    In ultimo mi pare di aver sentito dire che nel regolamento del PDL non è previsto che qualcno si sbagli, commetta reati di alcun tipo ecc.
    Per cui non è certamente possibile e sono i giudici che sbalgiano come al solito!!! A noi!!

    mi scompiscio dal ridere per non piangere….
    d’altra parte evidentemente gli italiani hanno quello che si meritano, dato che se li sono scelti…

  4. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    http://www.ivg.it/2009/05/19/a-loano-convegno-formativo-della-lega-nord/
    …mi sa che di corsi formativi, per le prossime provinciali, occorrerà farne altri.

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    -5:Auguri!