IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, al via il servizio dei “nonni vigili”

[thumb:16027:l]Pietra Ligure. Il Comune di Pietra Ligure lancia il progetto “nonno vigile”. L’intenzione è quella di affidare ad anziani, residenti nel territorio comunale, un incarico, esclusivamente volontario e gratuito senza vincolo di subordinazione con il Comune, per l’attività di vigilanza presso le scuole materne, elementari e medie.

L’incarico avrà la durata dell’anno scolastico e consiste nel vigilare gli alunni nei momenti di entrata ed uscita dalle scuole e nel farli salire e scendere dallo scuolabus in modo ordinato.

La scelta degli anziani sarà effettuata fra coloro che hanno presentato domanda e risultano in possesso dei seguenti requisiti: le condizioni di pensionato; il possesso dell’idoneità psicofisica, documentata da certificazione rilasciata dal medico di base; l’assenza di carichi penali pendenti e di condanne per reati non colposi; l’età compresa tra i 55 e 75 anni.

La domanda per il conferimento del servizio, redatta in carta semplice, e corredata da fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità, dovrà essere indirizzata al Comune di Pietra Ligure, presso comando di polizia municipale in via Don Bado, 8.

Nella domanda gli interessati dovranno dichiarare, sotto la loro personale responsabilità: il cognome e nome, il luogo e data di nascita, il codice fiscale; la cittadinanza posseduta; il luogo di residenza; l’assenza di condanne penali o procedimenti penali pendenti; l’indirizzo al quale devono essere inviate eventuali comunicazioni e recapito telefonico.

Copia della domanda potrà essere ritirata presso la sede del comando di polizia municipale di Pietra Ligure dove si potrà visionare il relativo regolamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. otellocelletti
    Scritto da otellocelletti

    L’articolo mi sembra chiaro, la domanda in carta semplice corredata da un documento di identità.
    Solitamente nel caso di volontari non vengono fatte altre richieste e tutto il resto (carichi pendenti, certificazioni varie e visite) è sempre a carico dell’Ente.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ho avuto modo di fare la conoscenza di due …. che saranno un giorno ex ….. non ne ho conosciuti altri e la mia visione e’ molto limitata ma ……. alla totalita’ di quanti ne ho conosciuti …. non affiderei nulla.

    Insomma almeno quei due lasciamoli in pensione.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    spartacus 1 e 2: già.
    nonni vigili: sarebbe bene iniziare a reclutare da ex carabinieri e ps. sino a che il volontariato si occupa di questo ben venga!!!! grazie.

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Aggiungerei che …..

    io ho una discreta pensione grazie alla quale non i vergogno di dire che con tutte le tasse i ticket .. le gabelle che lo Stato e sopratutto le amministrazioni locali “mi” fanno pagare …. faccio fatica a non andare in rosso.

    Ma … nonostante gli sprechi …. non miei …. riesco a tirare avanti faticosamente e a dare una mano quando serve.

    Quanti altri nonni si trovano in condizioni meno favorevoli?

    Vorrebbero dare una mano, ma …..

    Ecco io gradirei che questo essere volontari venisse …. in qualche modo premiato.
    Cosa potrebe far piacere ad un nonno …… io penso che una tessera per l’utilizzo dei mezzi pubblici sarebbe un bel gesto di riconoscenza (e servirebbe ad identificare il volontario) la si consegna …. con nome e foto e dura per il periodo in cui il volontario e’ attivo.

  5. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Si potrebbe/dovrebbe ….. fare domanda , dando la disponibilità …. il Comune verifica i dati anagrafici …. se idonei organizza tramite l’ASL la visita medica … se Ok passa le pettorine e altro. Attenzione al FAI DA TE perchè potrebbe esserci l’escluso che si ci infila in mezzo.