IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piattaforma Maersk, Canavese: “Pronto il contratto con le banche”

Savona. Quello di febbraio sarà il Comitato portuale che darà via libera al contratto con le banche per i finanziamenti necessari alla realizzazione della piattaforma Maersk. Lo ha detto il presidente dell’Autorità Portuale Cristoforo Canavese a margine del convegno organizzato dalla Camera di Commercio sull’autostrada Albenga-Predosa. Canavese ha voluto inoltre chiarire alcuni aspetti che erano trapelati in modo errato: “In primis la Cassa Depositi e Prestiti non c’entra nulla, nel senso che sono state approvate le delibere del pool di banche impegnate nel finanziamento dell’opera, secondo quanto previsto dai due decreti interministeriali” ha detto Canavese. Quindi si prevedono i 125 mln di euro relativi alla Finanziaria del 2006, oltre al gettito Iva che deriverà dallo sviluppo del traffico merci: sarà un unico importo nei confronti delle banche: “Ritengo che il debito sulla piattaforma potrà essere ripagato non in 15 anni, come detto, bensì nel giro di sette-otto anni”.

Il presidente della Port Authority ha parlato anche di infrastrutture: “Certo l’Albenga-Predosa è un collegamento strategico, che servirà allo sviluppo delle aree retroportuali della Val Bormida e del Basso Piemonte, tuttavia che per il comprensorio portuale di Savona-Vado ancora più importante sarà la realizzazione del nuovo casello autostradale di Vado Ligure, secondo quanto previsto nelle opere complementari per la piattaforma contenitori”.

Infine, Canavese ha risposto così a Sandro Biasotti, candidato del centro destra per la Regione, che ha parlato della possibilità di unificare le Autorità Portuali di Genova e Savona: “E’ un discorso che torna regolarmente – ha commentato Canavese -, non sarebbe il bene delle due amministrazioni portuali, ritengo invece che bisogna insistere con una più integrata sinergia tra i porti liguri, a cominciare dal trasporto ferroviario, l’unione delle due Port Authority non porterebbe risultati concreti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.