IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallanuoto, World League: Italia di misura sul Montenegro

Savona. Giacomo Pastorino, Massimo Giacoppo, Matteo Aicardi da un parte, Mladjan Janovic dall’altra. C’era tanto Savona nella partita tra Italia e Montenegro, valevole per il girone Europa 1 della World League.

Ha prevalso la nazionale italiana, che si conferma a punteggio pieno, dopo i successi con Germania (a Genova) e Francia (a Nancy). L’Italia ha regalato alle centinaia di spettatori della piscina PalaSystema di Brescia e ai telespettatori di Rai Sport Più uno spot promozione per la pallanuoto. Vola sul 4 – 1, massimo vantaggio, fallisce il + 4, consente al Montenegro di ribaltare il punteggio (6 – 5) e, a cavallo del terzo e quarto tempo, piazza il decisivo break di 3 – 0 con Felugo matador e Tempesti saracinesca.

E’ un’Italia che piace ed entusiasma, che dimostra di avere ampi margini di miglioramento e qualità fisiche e tecniche apprezzabili, che gioca con equilibrio e che, a tratti, appare anche cinica. “Abbiamo sofferto, reagito e tenuto sotto il profilo fisico, tecnico e mentale – asserisce il commissario tecnico Alessandro Campagna, artefice del brillante inizio di stagione -. Il Montenegro è tra le squadre più forti del mondo. Aver superato questo test è un ulteriore stimolo per continuare a lavorare con entusiasmo. Ringrazio il pubblico di Brescia per il continuo sostegno e la Lake Iseo Brixia per la splendida organizzazione”.

La partita inizialmente è contratta. Figari apre le marcature dopo 5′ 12″ in superiorità numerica. Tanti contatti, poco gioco. Pareggia Jokic ancora con l’uomo in più a 6′ 48″. Nel secondo tempo Presciutti, con un tiro dai 7 metri, riporta avanti gli azzurri, che allungano sul 4 – 1 con le superiorità numeriche trasformate da Figlioli e Giacoppo (3/4 contro 3/8 del Montenegro a metà gara). A 5′ 49″ è ancora Giacoppo, lanciato in controfuga, ad avere l’occasione per il + 4, ma spara su Radic in uscita.

Scampato il pericolo, il Montenegro reagisce e piazza un break di 0 – 4 che cambia volto alla partita: le reti di Ticic e Zlokovic, con l’uomo in più a fine parziale, e di Vukcevic e Zlokovic, dimenticati ai due metri in apertura di terzo tempo, portano il risultato sul 5 – 4. L’Italia non resta sul colpo e, trascinata da Felugo e Tempesti, ribalta nuovamente il punteggio. Felugo prima realizza in superiorità numerica il 5 – 5, poi, dopo il botta e risposta tra Ivovic (in entrata) e Gallo (in cointrofuga), segna il 7 – 6 (sei contro cinque) e l’8 – 6 dal perimetro a 38″ dal termine. Nel mezzo Tempesti spegne la vane speranze del Montenegro opponendosi ai tentativi dei fratelli Janovic, di Danilovic e di Ivovic in tre superiorità numeriche consecutive. Il goal di Mladjan Janovic per l’8 – 7 conclusivo conta solo per le statistiche.

Il tabellino:
Italia – Montenegro 8 – 7
(Parziali: 1 – 1, 3 – 2, 2 – 3, 2 – 1)
Italia: Tempesti, Di Costanzo, Luongo, Figlioli 1, Figari 1, Felugo 3, Giacoppo 1, Gallo 1, Presciutti 1, Gitto, Aicardi, Deserti, Pastorino. All. Campagna.
Montenegro: Radic, Drasko Brguljan, Paskovic, Danilovic, Vukcevic 1, Ticic 1, M. Janovic 1, N. Janovic, Ivovic 1, Zlokovic 2, D. Brguljan, Jokic 1, Kralj. All. Porobic.
Arbitri: Stavropoulos (Gre) e Shaydakov (Rus). Delegato Fina: Gianni Lonzi (Ita).
Note: uscito per limite di falli Gitto a 5′ 50″ del terzo tempo. Superiorità numeriche: Italia 5/8, Montenegro 4/13. Ammonito Campagna per proteste nel secondo tempo.

La classifica del girone Europa 1:
1° Italia 9
2° Montenegro 6
3° Germania 3
4° Francia 0

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.