IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo, videopoker…niente sussidi: la proposta del consigliere Garofano

Millesimo. Mozione proposta dal gruppo consiliare di opposizione “Per Millesimo” sulle slot machine e macchinette elettroniche da gioco installate in bar ed esercizi del territorio comunale. La mozione, che la minoranza vuole inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, prevede che chi beneficia di sussidi comunali non possa più fruire di questi sistemi da gioco, in particolare i videopoker. Per farlo, serve una modifica in merito al regolamento dei servizi sociali in materia di benefici assistenziali.

“Ovviamente ognuno è libero di usare i propri soldi come meglio crede, ma non è accettabile che chi percepisce sussidi da un ente pubblico, come il Comune possa utilizzarli per tentare la fortuna – afferma il consigliere comunale, firmatario della mozione, Francesco Garofano (nella foto) -. Questa mozione vuole essere una misura preventiva con un effetto deterrente per evitare che accadano cose di questo tipo, in quanto il sussidio ha una funzione sociale che è quella di aiutare le persone indigenti ad affrontare spese inderogabili, come fare la spesa per mangiare e pagare l’affitto di casa, fondamentalmente altri utilizzi non sono consentiti”.

“Chi prende il sussidio e si permette di gettare i soldi nei videopoker significa che non ne ha bisogno per le affrontare spese veramente necessarie, per questo sostengo che a queste persone il sussidio debba essere immediatamente revocato ed assegnato a chi ne ha bisogno davvero. Inoltre i sussidi sociali ovviamente derivano da soldi pubblici, quindi soldi di tutta la comunità che legittimamente esige che vengano distribuiti correttamente ai meno fortunati e di certo che non vengano sprecati nei videopoker.E’ una questione di responsabilità da parte di chi percepisce i sussidi a da parte di chi li eroga. Credo nella assoluta ragionevolezza di questa proposta, dettata dal buonsenso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    @ actidrink non mi interessano le tue articolazioni e il tuo facile umorismo cosa vuoi sono un sempliciotto però ti propongo un affare: mi dai una mano a raccogliere le firme per un disegno di legge popolare per la rimozione di tutti i videopoker e simili? Comunque tu se peggio messo di quelli di destra che critichi perché come al solito vuoi far giocare le persone in base al loro redito come dire tu sei un poveraccio subisci il mio potere sia dialettico che economico . poi puoi essere ancora più fazioso di quello che ti dipingi di essere vai tranquillo la cosa non ti migliora, e chi sarai mai!!!!!!!! Per ta conoscenza non ho il piacere di conoscere minimamente ne il consigliere in questione ne tantomeno il sindaco
    Invece sui sussidi ti racconto una storiella vera ma per ovi motivi storiella: in un comune vicino al mare in un paesino vicino al capoluogo vi era una famiglia che prendeva un sussidio per pagare l’affitto di casa visto che il capofamiglia pensionato doveva mantenersi in casa due figli quasi 540enni di cui uno ex tossicodipendente in paese si mormorava che quella famiglia non aveva diritto a quel sussidio anche perché erano proprietari di una villa nell’ entroterra, ciò nonostante per anni ha percepito delle somme alquanto generose sino al giorno che l’assessore al sociale del comune vicino al mare si è fatto coraggio è ascoltando vox populi ha cercato i riscontri e l’anno successivo ha tolto il sussidio alla famiglia, alchè il povero pensionato ha chiesto lumi agli uffici competenti che hanno spiegato che non si può avere una villa a 15km e prendere i soldi dal comune per pagare l’affitto indicando al poverino la strada da seguire cioè vendersi la villa e con il ricavato la famiglia avrebbe oltre potuto pagarsi l’affitto dell’ alloggio vicino al mare poter vivere con un tenore di vita assai più che decoroso. Il povero pensionato molto contrariato rispose che lui vedeva la soluzione al suo problema cioè riprendere il suo sussidio dal comune semplicemente intestando la casa ad un’altra figlia che già sposata viveva una situazione più agiata, così da semplice nulla tenente avrebbe di fatto diritto agli aiuti sociali. Ora se lo capisce un signor nessuno come il sottoscritto, figurati uno come te che riesce anche a fare dell’ umorismo sulla povertà quella vera, se non capisce che i sussidi a pioggia non vanno bene e se tu ti giochi i soldi alle macchinette vuol dire che tutto sommato non hai tanta fame e che concordo con te se sei malato dal gioco ti devi curare perché la tua malattia rovina anche le persone che ti stanno accanto, poi se vuoi continuare lo show continua ma senza di me

  2. Bandito
    Scritto da Bandito

    Visto che lamettiamo così, c’è gente che riceve sussidi, ha la casa popolare, manda i bambini gratis a scuola e tutte le altre agevolazioni previste per i nullatenenti, poi si ferma davanti ad un bar con il suo BMW X6 e passa la giornata a giocare ai videopoker, ma secondo actidrink non si può nemmeno pensare di togliergli sussidi ed agevolazioni, io invece devo lavorare per mantenere lui ed i suoi lussi senza riuscire ad arrivare a fine mese, del resto io sono un fesso di italiano, mi sembra giusto.

  3. Scritto da actidrink

    @ichnusa Ma si.. sarò anche andato un po oltre la discussione.. ma se no che ci sto a fare??! Ho elaborato! Si dice così no? In qualche modo devo pur articolare le mie ragioni! Se no come faccio a dire che togliere il sussidio a chi gioca al videopoker é una medicina del giorno dopo? Adesso perché ho nominato la parola medicina non chiedermi se sono un medico.. No perché secondo la tua logica sempliciotta uno che parla di postepay deve ovviamente essere un dipendente delle poste.. Cosi come se avessi parlato razzi sarei stato sicuramente un astronauta della nasa!! Forse comincio a capirti.. Forse mi piace la tua capacità di sintesi.. Peccato sprecarla per un argomento così noioso come sussidi & videopoker.. Ma non demordere.. Magari arriveranno argomenti più toccanti! Perdonami se mi lascio andare a un po al facile umorismo.. Ma mi stimoli.. Sei una buona spalla.. Che ci posso fare? Vabbé.. Cerco di sintetizzare così magari anche tu avrai la possibilità di capire forse quello che ho detto.. Come vedi potrò essere per molti versi criticabile ma la pazienza proprio non mi manca.. Spero che almeno questo mi venga riconosciuto..
    Dunque dicevo.. per me si può anche mettere all’ordine del giorno questa come altre 1000 altre mozioni, ma io come ampiamente rappresentato per le ragioni di cui sopra non la voterei se fossi un consigliere! Non la voterei perché mi pare una soluzione inutile che anziché risolvere un problema ne crea uno forse più grave! Togliere un sussidio é sbagliato. Unica condizione per toglierlo é mettere chi lo riceve in condizione di essere autosufficiente! Tra togliere il sussidio e togliere i videopoker io sono per togliere i videopoker! Oppure al limite regolamentarli in modo serio e rigoroso (vedi proposta della postepay). Nn so, a me pare di essere chiaro. Ditemi voi..
    Poi sui sussidi.. ovviamente c’é una parte politica che notoriamente preferisce punire piuttosto che dare sussidi… E in parte ci riesce anche visto che abbiamo le carceri piene.. Io la penso diversamente.. Sarò sbagliato io forse.. chissà… Saluti

  4. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    @ actidrink se un bravo trasformista, rileggiti poi capirai che hai iniziato con accusare la destra ad essere forte con i deboli e debole con i forti, per seguire imporre che x giocare ai videopoker fosse possibile solo con postepay o affini, così facendo lo stato potrebbe abilitare una piccola parte del reddito d ognuno al gioco d’azzardo, in base alla denuncia dei redditi dell’anno precedente (così i giocatori sarebbero incentivati a nn evadere.. + tasse paghi e + puoi giocare). con l’ultimo commento che hai fatto , Infatti il punto é proprio che siamo controllati in 1000 modi e poi il gioco d’azzardo pare sta morte nera. E’ semplicemente un problema da risolvere,; Io non vedo nessuna logica con le tue affermazioni scusami sicuramente è un mio limite ma l’articolo trattava di chi prende sussidi dal comune e gli spende al videopoker, non si chiedeva ne di impedire il gioco o altro su cui tu hai fantasticato per me sei uscito fuori dalla discussione,
    ps una domanda:visto che vuoi far giocare solo i possessori delle postepay sei mica un dipendente delle poste?

  5. Scritto da giacomo

    scusa…ma il gioca d’azzardo e’ una morte nera……..purtroppo il problema non si risolve per colpa di enormi interessi.
    molti esercizi commerciali, stanno in piedi solo con quello…….e il problema dei politici e’ solo che si paghino le tasse!
    una volta per giocare d’azzardo dovevi andare al casino’, ora vai al bar sotto casa…..certamente che poi a tante famiglie serve il sussidio, se si mangiano tutto al gioco!
    purtroppo l’italia e’ diventata il paese dei giocatori……..se si pensa che con un euro ti dicono che ne vinci 160.000.000……..ops: ma come si scrive?