IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo, distributore di carburanti chiuso dal Comune ricorre al Tar

Millesimo. Si apre un contenzioso per la chiusura del distributore di carburanti posto nel centro urbano nel comune di Millesimo.

Infatti la compagnia petrolifera proprietaria – Europam di Milano – non il gestore che è stato ricollocato in altro distributore, ricorre al TAR contro l’ordinanza del sindaco che aveva disposto la chiusura del distributore e la sua rimozione per problemi di sicurezza.

L’atto sindacale è scattato a seguito della decadenza della deroga in atto per l’unico distributore rimasto in paese che, benché non rispondesse ai requisiti di sicurezza relativamente al codice della strada che prevede dodici metri di distanza dalle intersezioni viarie, essendo appunto l’unico distributore rimasto aveva avuto in passato una specifica autorizzazione.

Ora con l’attivazione di due nuovi servizi di carburanti posti fuori dal centro abitato – uno in direzione Carcare strada Montecala, l’altro in direzione Cengio in Località Monastero – dove appunto è stato ricollocato il gestore, vengono meno i requisiti della deroga per l’obsoleto distributore di via Garibaldi.

Per altro l’area del bivio di via Garibaldi con  S.P. 28 bis è interessata da un intervento di riqualificazione viaria con annessa pista pedonale-ciclabile finanziata dalla Regione Liguria ed attuata grazie al piano urbano del traffico predisposto dall’amministrazione comunale. Pertanto il sindaco ha non solo revocato la licenza al gestore ma anche richiesto ufficialmente alla ditta proprietaria di rimuovere l’impianto e di bonificare il sito.

La ditta proprietaria ha presentato ricorso al TAR ed ha ottenuto la sospensiva del provvedimento del sindaco. Ora ci sarà un pronunciamento nel merito che dovrà tenere conto che le decisione assunte dal Comune sono supportate da tutti gli estremi, compresa una valutazione formale da parte della Provincia di Savona, ente proprietario della strada attigua.

Ma al di là delle questioni legali ciò che il sindaco ritiene corretto far emergere è legato sia alla obsolescenza dell’impianto, non più idoneo come collocazione alle nuove necessità del paese, sia alla nuova offerta di carburanti che vedono due nuove e moderne stazioni, dove peraltro si è ricollocato il gestore del distributore di via Garibaldi, che offrono una pluralità di combustibili, dal metano, al nuovo progetto per GPL, alle tradizionali benzine, con annessi servizi aggiuntivi per gli automobilisti.

Nelle aspettative dell’amministrazione comunale quindi vi è la possibilità di riqualificare l’area offrendo una nuova viabilità, nuovi parcheggi ed appunto la pista ciclabile in realizzazione che abbraccerà l’intero paese.

Il sindaco Mauro Righello: “Rimane aperta una questione legata alla sicurezza che la sospensiva non rimuove. Resto fiducioso che non solo la legge ma anche il buon senso prevalga”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.