IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Metropolitana leggera: vertice tra FS e Provincia

Provincia. Le Ferrovie dello Stato valuteranno con attenzione il progetto, in particolare per quello che riguarda la dotazione in possesso di FS per il materiale rotabile necessario. E’ quanto emerso dall’incontro di oggi pomeriggio in Provincia tra l’assessore ai trasporti Paolo Marson ed i vertici di Fs con al centro la metropolitana leggera, che potrebbe collegare Savona alla Val Bormida, un progetto da due mln di euro, con ricadute per la logistica ed il complessivo assetto del trasporto, con un servizio adibito sia per le persone (in orario diurno) quanto per le merci (in orario notturno).

Ora il passo successivo potrebbe essere uno studio di fattibilità, per il quale dovrà concorrere anche la Regione Liguria. Acts avrà un ruolo nella strutturazione del progetto, con riferimento anche alle modifiche ad apportare alle linee dirette verso la Val Bormida e le zone dell’entroterra savonese. Alla Provincia il compito di coordinamento per gli interventi infrastrutturali di sostegno. Tuttavia la funzione attiva resta comunque nella mani delle Ferrovie, che dovranno giocare un ruolo di primo piano nella realizzazione della metropolitana leggera anche in relazione a risorse statali che dovrebbero dar linfa al piano finanziario dell’opera.

“E’ certamente un progetto interessante al quale stiamo lavorando – dice ad IVG.it l’assessore Paolo Marson -, se da parte di FS ci sarà la disponibilità, e la possibilità tecnica, credo che riusciremo a proseguire con un’opera che concorrerà a migliorare il sistema di trasporto nella nostra Provincia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. remo
    Scritto da remo

    Scusate l’ignoranza, ma definite “metropolitana leggera”. Per quanto riguarda la realizzazione, credo che sia una ferrovia come tutte le altre.

  2. unbe
    Scritto da unbe

    E’ un dato di fatto che ormai molte persone vivano nell’hinterland savonese e vedano a lavorare in città di giorno per poi tornare a casa in collina la sera. Questo progetto sarebbe come la manna dal cielo. Negli ultimi anni il traffico sulla statale del Cadibona è diventato insostenibile portando ripercussioni in tutto il centro città. Corso ricci negli orari di punta è sempre bloccato dalle persone che abitano in collina. Un mezzo di trasporto veloce e leggero come questo, che faccia molte fermate (Cairo-S-Giuseppe-Carcare-Cadibona-Montemoro-Maschio-Corso Ricci-Stazione FS) sarebbe un’ottima soluzione alla mobilità di tutti.

  3. GBoragno
    Scritto da GBoragno

    ma potenziare la rete ferroviaria classica non se ne parla proprio eh?

  4. Scritto da r. bazzano

    E’ curioso: c’era un progetto “savona vado” di metropolitana leggera che non ha potuto funzionare per motivi legati all’attribuzione dei fondi già stanziati.
    Poi Marson è div entato presidente ACTS e la cosa è rimasta morta lì.
    Ora si fa, però in valbormida.
    Spero cerot che dsi faccia, come spero di non dover prenre l’auto per ogni spostamento.
    Vorrei anche che il buon Marson o altri (però qualificati) spiegassero il perchè alcune cose sembra che si possano fare (vederemo) e altre no:
    Tanto per non alimentare cattive idee in alcui poveri pensatori…