IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo, Cassini: “Chiederò anche per olivocoltura stato di calamità naturale”

“Sto seguendo con grande preoccupazione i disagi di tutte le nostre imprese agricole impegnate nel settore olivicolo che sono state colpite dall’ondata di maltempo, e, in particolare, dalle gelate della seconda metà di dicembre e nello stesso tempo sto cercando di fare il quadro completo della situazione, onde poter valutare insieme quali misure adottare per fronteggiare questa serie di avversità naturali”. L’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria, Giancarlo Cassini, ha così commentato la situazione del settore che stanno attraversando un momento molto difficile.
“In base alla normativa vigente – ha spiegato l’assessore –  per i danni causati dalle avverse condizioni atmosferiche alle coltivazioni dell’olivo anche con le gelate del dicembre 2009, non può essere richiesto lo stato di calamità naturale in quanto la stessa è coltura assicurabile, e non si non può usufruire dei contributi compensativi previsti dal Decreto Legislativo 102/2004”.

“Sto provando a far inserire straordinariamente l’olivicoltura nell’ordinanza di Protezione Civile che si sta predisponendo in seguito alla dichiarazione dello stato di emergenza per gli eventi calamitosi sopracitati, chiesta dalla Regione Liguria e concessa dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 13 gennaio scorso. Sarebbe un risultato importante. Purtroppo, però, nella Finanziaria dello Stato per l’anno 2009 (ed anche per il 2010), non sono previste risorse per i contributi previsti dal DL 102/2004 per le calamità naturali in agricoltura. Questo è davvero un problema serio per le imprese agricole, e di cui ha piena e chiara responsabilità il Governo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.