IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano: Gotti vuole dimettersi da presidente del Consiglio comunale

Loano. La decisione di Angelo Vaccarezza di rimanere sindaco a Loano ha acceso gli animi politici in città. In particolare, il presidente del consiglio comunale, Lorenzo Gotti, ha manifestato l’intenzione di presentare le proprie dimissioni.

Erano in molti a sperare in nuove elezioni sia tra i componenti della maggioranza e, ovviamente, nell’opposizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    LENZUOLATE

    questi forum sono nati per veloci e sintetici interventi
    non per essere
    riempiti di articoli in cui per duecento righe
    si ripete sempre lo stesso concetto……..

    fatevi dei bei blog e poi vediamo in quanti vi leggono

  2. leva1974
    Scritto da leva1974

    X SPARTACUS:
    se ti riferivi al mio comemnto il significato era diverso:
    CENSURARE la maleducazione e lo sfottò, non le idee diverse!
    Ben vengano i commenti di Mauro Greco, educati e densi di significato, non volti solo ad occupare uno spazio di 3/4 righe…

  3. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    CARO TEMPLARE

    parli di democrazia per il pd
    leggiti il corriere……..
    cosa ne dici delle primarie
    ignazio marino terzo concorrente

    ottimo ed abbondante

  4. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    CENSURA

    questi chiedono anche la censura………..
    stalinisti siete

  5. Mauro Greco
    Scritto da Mauro Greco

    disamina accurata non c’è che dire. Però posso dirle una cosa da “interno”? nella vecchia FI non ci sono solo finanzieri e laché. Mario Mauro, ad esempio, è un ottimo europarlamentare mentre nella vecchia AN persone che conosco non sono politici ma politicanti viscidi e di bassa categoria. Purtroppo siamo noi elettori che abbiamo dato il fianco a persone che non meritano. Se i politici a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 erano nani in spalla ai giganti (per giganti intendo De Gasperi, Togliatti, Almirante, Saragat) ora in Parlamento spesso troviamo, da ambo le parti, dei micro-esseri, altro che nani. Per correggere il tiro tornerei alle vecchie leggi elettorali albertine, ovvero ritornerei all’iscrizione alle liste elettorali, senza escludere nessuno (il diritto di voto è inviolabile), ma, a mio avviso, responsabilizzerebbe l’elettorato.
    Infine, non credo che a sinistra siano più compatti che a destra. Gli ultimi episodi ci dicono che a Genova componenti della giunta Vincenzi non hanno rifiutato collusioni con aziende poco corrette, lo stesso è successo con la giunta Bertolotto in Provincia di Savona, in Regione Piemonte idem, in Puglia, nel Lazio e in fine in Abruzzo (anche se la sentenza non è definitiva, non ricordo). Quindi vere o presunte, a livello nazionale o locale indiscrezioni ce ne sono.