IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Iniziati i lavori per ripristino SP 8, Guarnieri: “Questa è politica dei fatti”

Savona. In brevissimo tempo sono state reperite le risorse necessarie, che ammontano a 340 mila euro, e così la Provincia ha dato inizio ai lavori di ripristino della S.P. 8 che prevedono la messa in sicurezza della parete franata per poter riaprire la strada entro la fine di febbraio.

“Grazie all’assunzione di responsabilità e all’ordinanza emessa dal sindaco di Finale Ligure – ha dichiarato l’assessore Rosalia Guarnieri – è stato possibile anticipare i tempi burocratici necessari ad ottenere le autorizzazioni dando subito inizio ai lavori per risolvere la situazione che grava sia sulla la popolazione, sia sugli esemplari di gufo reale presenti nella zona”.

“A causa delle dimensioni della carreggiata dovrà essere interdetto il traffico in entrambi i sensi di marcia per l’intero periodo, in modo da permettere ai mezzi pesanti di operare in totale sicurezza. Entro due settimane sarà terminato l’allestimento del cantiere con i relativi accessi e lo spazio riservato all’atterraggio dell’elicottero che dovrà trasportare i materiali” spiega l’assessore provinciale.

“La ditta incaricata è la Ecogrid srl – continua la Guarnieri – che si è impegnata a procedere, tempo permettendo, a ritmo serrato per rispettare, e magari anche anticipare, i tempi previsti per la riapertura a doppio senso di marcia. Naturalmente con la fine di febbraio si concluderà la parte più gravosa dei lavori ma l’opera di messa in sicurezza continuerà anche per tutto il mese di marzo, durante il quale non si può escludere a priori che sia necessaria qualche interruzione saltuaria della viabilità. Tralasciamo inutili polemiche a dimostrazione che questa è la politica dei fatti” conclude Rosy Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Leofinalese

    come mai l’ordinanza non è stata fatta prima?
    Perchè è stata data la colpa al povero Gufo Reale dei ritardi e del grave disagio che hanno dovuto subire gli abitanti di Orco e di Vezzi Portio?
    L’Assessore Guarnieri mi sembra che scarichi anche qualche colpa sul Sindaco Richeri “grazie all’assunzione di responsabilità”(finalmente): è così difficile mettersi d’accordo tra Sindaci e Provincia, tra l’altro tutti di destra?

  2. Scritto da pippo

    Mah, da quanto si legge non riesco a capire come si sia potuto appaltare in 24 ore un lavoro di 340.000 euro.
    E’ facile fare il buliccio con il c… degli altri.
    Quando si tratta di risorse pubbliche secondo me è fondamentale la massima trasparenza, anche in caso di urgenza.
    Quando è stato allestito il cantiere per il G8 della Maddalena è stata fatta una legge che metteva il segreto di Stato anche sugli appalti, assegnati (si è saputo poi) ai soliti amici.
    Quando si è trattato di ricostruire l’Aquila è stato dato mandato a Bertolaso di procedere senza appalti, di testa sua. Lo stesso per sistemare i problemi di spazzatura in Campania.
    Ora questa storia della frana, con una Ditta alla quale è stato assegnato un lavoro enorme. Spero che non si tratti dei soliti giri di denaro agli amici degli amici, che poi in qualche maniera ritornano indietro (in contanti) per strade nascoste.
    Resta la discussione se sia corretto che in casi di urgenza si prevarichino le leggi, raccontando la solita storia (Berlusconi docet) che “questa è la politica dei fatti”.

  3. arianna
    Scritto da arianna

    Tocco ferro !!!… con la iella che porta questa, capace che riviene un altra frana !!!!

  4. Scritto da Panfilo

    Brava Rosy queste sono le differenze fra Te e Tabbò!
    Tu a differenza di altri lavori per il bene pubblico a differenza dell’Amministrazione albenganese di questi ultimi 5 anni che ha pensato solo al bene di pochi.