IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidenti stradali: automobilisti liguri tra i più imprudenti d’Italia

[thumb:12997:l]Liguria. Ligure al volante pericolo costante. Il proverbio “calzato” sugli automobilisti nostri conterranei è rafforzato dai dati di un’indagine sulle denunce alle assicurazioni condotta da Assicurazione.it, analista del settore.

Toscana, Lazio e Liguria sono infatti le regioni che hanno collezionato il maggior numero di incidenti automobilistici nel 2009. In questi giorni, come emerge dal rapporto, molti italiani rinnoveranno la propria polizza Rc auto e quasi due milioni di loro, il 5% del totale, dovrà cambiare classe di merito proprio per avere causato un incidente negli ultimi 12 mesi.

La maglia nera degli incidenti va, quindi, alla Toscana, qui é stato presentato il maggior numero di denunce per incidente (6,65%): seguono il Lazio (5,88%) e, a brevissima distanza, la “nostra” Liguria (5,82%). Mentre Valle d’Aosta, Campania e Calabria sono le Regioni “virtuose”: in cui la minor percentuale di automobilisti cambierà classe di merito (in ciascuna di esse appena il 4% circa).

L’analisi condotta da Assicurazione.it rileva, inoltre, come le categorie professionali che hanno denunciato il maggior numero di incidenti sono stati i medici (7,37%) e gli agenti di commercio (5,72%). Al contrario i più attenti alla guida sono stati gli imprenditori (4,56%) e gli appartenenti alle Forze Armate (3,59%).

Secondo un’indagine che Assicurazione.it ha commissionato a Tns, società di ricerche, ben il 66% dei guidatori italiani è incappato in un incidente nell’ultimo anno, di questi, quelli che hanno deciso di pagare di tasca loro sono stati oltre 1,5 milioni. E “in media la loro spesa è stata di 237 euro, quasi il doppio di quanto sarebbe aumentato il premio cambiando classe di merito”, sottolinea Assicurazione.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.