IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inchiesta firme false, i Radicali: “Controlli a tutto campo”

[thumb:12152:l]Provincia. La segreteria ligure dei Radicali interviene sul caso firme che sta tenendo banco in Provincia di Savona con l’inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica in merito alla presentazione della lista del Pdl alle scorse elezioni provinciali. Inchiesta che vede al momento indagate dieci persone, tra cui il presidente della provincia Angelo Vaccarezza.

“Diciamoci la verità – afferma Alessandro Rosasco -: se il problema è quello di colpire qualcuno che ha fatto pasticci in modo troppo “grossolano”, ci si può “accontentare” ma per noi non è sufficiente. Sta finalmente venendo alla luce quello che i Radicali hanno denunciato per anni: non semplici irregolarità, ma veri e propri brogli e imbrogli sistematici”.

“Ora, però, sarebbe ipocrita se a pagare fosse solo il presidente Vaccarezza e il Pdl. Troppi scheletri sono malamente rinchiusi in numerosi e prestigiosi armadi. Per questo, chiedo che si disponga subito il controllo di tutte le firme raccolte per ognuna delle liste presentate alle elezioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Caro carpenter

    la cosa pare sia peggiore, mi pare che chi lo propone ….. al verificarsi di determinate quote di partecipanti ….. incassi quattrini sotto la voce rimborsi elettorali o qualcosa di simile.

    Anni fa’ la popolazione era un ciccinino indietro, molti hanno imparato a leggere e scrivere alla televisione, insomma in quelle condizioni era piu’ che giustificato attribuire ad alcuni eletti la facolta’ di decidere per una popolazione non completamente in grado di esprimersi su molte problematiche.

    Nel tempo la situazione e’ cambiata e non e’ infrequente trovare nella popolazione delle capacita’ di intervento e giudizio ben superiore a quella spesso manifestata da illustri personaggi.

    Oggi la bilancia della attribuzione dei compiti legislativi andrebbe ritarata escludendo da questi compiti le posizioni di tipo amministrativo che alla amministrazione dovrebbero limitarsi.

    Andrebbe rivalutato lo strumento del referendum che grazie alle odierne tecnologie puo’ consentire al popolo ….. che globalmente ha ben maggior giudizio rispetto ai politicanti che in tutto l’arco costituzionale e fuori dallo stesso dimostrano ogni giorno una scarsita’ di buon senso inconcepibile.

    Viviamo un momento di transizione.

    Domani la raccolta dei consensi necessari al popolo per riprendersi l’autorita’ che ora viene scippata da gente che “ignora cosa sia il dialogo, la democrazia, la capacita’ di aggiungere alle proprie convinzioni quelle di cui altri sono portatori.

    I tempi sono maturi ….. il 2012 e’ vicino, e dopo qualche indispensabile rimestamento di competenze andremo incontro ad una eta’ dell’oro della civilta’.

    (PS. per gli affezionati lettori di “idee pellegrine” oggi a Milano splendeva un meraviglioso sole …… …. questi lettori sanno a cosa mi riferisco…..).

  2. carpenter
    Scritto da carpenter

    A proposito di costi ,a mio avviso si potrebbero ridurre le spese anche per i referendum .se non raggiunge il quorum chi lo propone paga le spese .
    Visto che parecchi non lo raggiungono gli interessati ci penseranno bene

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …spartacus: disarcionato da un socialista???!!! …io? AAAH AAHH AH!!!!!!!!!!!!!! non vedo come…
    mai avuto niente da condividere con nessuno… ho sempre cercato di tenermeli ben lontani. portano guai. ma ora si sono sistemati tutti da voi. è gente con il senso degli affari…

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Grazie dell’applauso …..
    aggiungerei che sarebbe bene mettere a disposizione a fronte del pagamento delle spese organizzative anche un pacchetto di iniziative atte a comunicare all’elettorato la propria presenza in lista.

    Ecco un mesetto prima del voto chiunque consultando un sito “governativo” dovrebbe poter consultare la scheda elettorale di qualsiasi persona si rivolga a noi per ottenere fiducia.

    Ovvio che chi non si presenta con la scheda per tempo ….. non dovra’ essere presente nemmeno sulla scheda elettorale.

    La scheda elettorale o meglio il lenzuolo su cui si traccia una croce …. potrebbe diventare un po’ meno costosa, una paginetta din a4 ……

  5. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    LUI

    approvato
    se non hanno i soldi
    li raccolgano come avviene
    negli usa e in molti altri stati

    raccogliete i costi delle spese e non firme