IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Frana Vezzi Portio, i Verdi: “Guarnieri scarica le responsabilità dei ritardi sul gufo reale”

Vezzi Portio. “Nell’affollata riunione convocata a Vezzi Portio, pervicace insistenza da parte dell’assessore ùprovinciale Guarnieri nell’indicare il Gufo Reale “Bubo Bubo” come responsabile dei ritardi nei lavori di riapertura della strada di collegamento con Finale, lavori che potevano invece iniziare benissimo prima di Natale: bastava un’ordinanza tempestiva del Sindaco di Finale Ligure “per motivi di incolumità pubblica”.

“Per rimediare e risarcire in parte i gravi disagi, i cittadini giustamente, durante l’assemblea, hanno chiesto rimborsi e annullamento del pedaggio autostradale – richiesta che il consigliere regionale Carlo Vasconi  si impegna a sostenere presso la Regione Liguria.

Durante la riunione l’assessore Guarnieri si è invece ben guardata dal prendere in tal senso un preciso impegno – avendone le possibilità come assessore Provinciale- dilungandosi invece, con ampie considerazioni sul “Bubo Bubo”, inconsapevole oggetto di tanta rabbia.

E’ bene che l’assessore Guarnieri insieme alla Lega di Finale Ligure sappiano assumersi le proprie responsabilità”.

Il Portavoce dei “Verdi” del Finalese,
Gabriello Castellazzi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …ma è iscritta alla L.I.P.U.?…..

  2. Scritto da roby6732

    Sono felice che nonostante i burocrati abbiano parlato finalmente si parta.
    Un grazie speciale al presidente Vaccarezza.