IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni regionali, Mussi (Sel): “Appoggiamo Burlando ma con un programma autonomo”

Liguria. “Sosterremo Claudio Burlando perché non vogliamo che il prossimo presidente della Liguria sia Biasotti, ma con una posizione politica e programmatica autonoma. Ho visto l’accordo stretto con l’Udc e non mi piace. Chiediamo il voto perché con una sinistra più forte la barra si tiene meglio e la rotta verso uno stato laico è più sicura”: così l’esponente di “Sinistra ecologia e libertà” Fabio Mussi ha commentato a Genova l’accordo tra il presidente uscente e candidato del centrosinistra Burlando e l’Udc.

“In quell’accordo ci sono frasi che si sa cosa vogliono dire, come ‘la difesa della vita’, ‘la liberta’ di scelta educativa delle famiglié, ‘il rapporto nuovo tra pubblico e privato nella sanita” – ha proseguito Mussi -. Sono contro un trattamento privilegiato della sanità privata, contro uno sviluppo della scuola privata a scapito di quella pubblica, e per la totale libertà delle persone e delle forme di vita che esse liberamente scelgono. E dato che questi sono principi senza i quali la politica diventa nulla, sosteniamo Burlando ma con le nostre posizioni”.

L’esponente di Sel ha poi auspicato che la Liguria “faccia una legge sulle coppie di fatto, per riconoscerne i diritti come avvenuto in Emilia Romagna”. “Chiediamo voti per far pesare un punto di vista laico, libertario, liberale, democratico, di sinistra. Non sono contro le alleanze, ma bisogna aiutare a tenere la barra a sinistra – ha ribadito -. Spero in un consiglio regionale composto in modo tale che alla fine prevalga un punto di vista moderno, laico e più di sinistra”.

E se per Sinistra ecologia e libertà non ci sono posti nel listino Mussi risponde: “Penso che Burlando sbagli nel rapporto con noi, ma comunque la nostra scelta è indipendente da questo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    Cavolo ma mussi aspira ad andare a zelig? Prima dice che sostiene burlando, poi si accorge che lo stesso si è alleato con l’UDC e poi auspica che “che la Liguria faccia una legge sulle coppie di fatto, per riconoscerne i diritti come avvenuto in Emilia Romagna”?

    Per finire parla di sostegno a burlando ma con un programma autonomo…ma che significa? Che se vengono eletti consiglieri di sinistra e il gerundio vince le elezioni dal giorno dopo votano solo i provvedimenti del loro programma?

    Credo che sia chiaro a tutti i liguri che l’accozzaglia che sostiene burlando non ha nessun punto programmatico in comune ma è tenuta insieme solo dalla speranza di occupare le poltrone… gli esempi del passato non ci mancano ad iniziare dal “tragico”, ma per fortuna breve, ultimo governo prodi…

    I partiti della “disUnione” che sostengono burlando in caso di vittoria non gli permetterebbero di governare essendo divisi ed alternativi su tutto: sanità, diritti civili, infrastrutture, nucleare, caccia… ci aspetterebbero anni di paralisi amministrativa.