IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Don Lu”, negato al vescovo il permesso di visita: interviene Buttiglione (Udc)

Albenga. E’ stato ancora negato al vescovo di Albenga, Mario Oliveri, il permesso di visitare don Luciano Massaferro nel carcere di Chiavari, dove si trova recluso.

In merito alla questione interviene Rocco Buttiglione, presidente dell’Udc, chiedendo che un ispettore ministeriale verifichi i motivi per i quali la magistratura stia negando tale permesso.

“Sono 22 giorni – afferma Buttiglione – che don Luciano Massaferro, parroco di Alassio, è in carcere con la grave accusa di pedofilia. Non c’è dubbio che le indagini debbano fare il loro corso in giustizia e verità, come ha detto il cardinal Bagnasco, e riteniamo che dimostreranno l’innocenza del parroco. Mi chiedo però come mai non sia permesso al suo vescovo di andare a visitarlo nel carcere di Chiavari”.

“Monsignor Mario Oliveri, vescovo ordinario diocesano di Albenga nel cui territorio si trova Alassio, da tempo chiede la possibilità di incontrare il suo sacerdote, cosa cui ha diritto. Mi chiedo – conclude – dunque se non sia il caso che un ispettore ministeriale verifichi i motivi di tale insistito diniego alla visita del vescovo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Pur stimando Buttiglione, disapprovo l’iniziativa, palesemente troppo esposta a frettolose interpretazioni tese a delegittimare l’operato della Magistratura. MI pare piu’ una sottile ingerenza…

  2. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    Scusate da ignorante vi pongo una domanda : ma quando si è in carcere in attesa che si concludano le indagini come nel caso del don in questione è solo il tuo avocato che può venirti a trovare oppure anche il tuo datore di lavoro o i tuoi superiori e altri ?
    Perché se non sbaglio ma non sono molto informato, visto che per ora non sono andato in carcere, è solo il tuo avocato allora non capisco il perché il vescovo si ostini a voler fare una cosa che forse per legge non si può. basta avere pazienza come succede a tutti i comuni mortali, poi potrà fargli visita quando vorrà sia che sia un cittadino libero sia che venga condannato

  3. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    ISPETTORE

    potrebbe mandarlo il burla
    visto che è più vicino farebbe prima

  4. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    BUTTIGLIONE

    è un vero sinistro………
    questo dovrebbe essere l’ udc
    compagno del burla…..
    tutta da ridere

  5. Scritto da Eugenio

    Le pressioni della Chiesa e della politica si fanno sempre più pesanti e palesi. Se questo è ciò che emerge, chissà cosa non staranno facendo su altri livelli…