IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppia gay: messaggi e visite di politici per sostenere una difficile battaglia

Savona. Lettere, videomassaggi su youtube, visite di esponenti politici sensibili al tema: arrivano da molte parti e in molti modi i messaggi di solidarietà nei confronti della battaglia portata avanti da Francesco Zanardi e Manuel Incorvaia, i due ragazzi omosessuali che il 4 gennaio hanno cominciato uno sciopero della fame per protestare contro l’impossibilità di unirsi in matrimonio.

Mentre oggi, a Savona, è atteso il senatore del Pd Ignazio Marino, da internet arriva il videomessaggio di Cristina Morelli, responsabile diritti dei Verdi e consigliere regionale della Regione Liguria, che dice: “In quanto responsabile diritti dei Verdi nazionali, rivolgo un appello al Parlamento italiano affinché avvii al più presto una discussione sui diritti delle unioni civili e in particolare delle coppie omosessuali e trans. Ritengo scandaloso che il digiuno di questi due ragazzi non venga considerato né in Parlamento né dai media e che la politica non si occupi, dopo un appello così forte, di un problema così sentito, che riguarda migliaia di persone, considerato in tutti i DDL in maniera di diritti civili. Se non stessi allattando mia figlia mi unirei subito al digiuno di Francesco e Manuel come già fatto in passato portando avanti battaglie in materia di diritti e civiltà”.

Sono ormai 19 i giorni di digiuno per Francesco che, per portare avanti la sua battaglia, ha già perso nove chili ed è sempre più debole. Fisicamente, però, e non moralmente: sono infatti continue le sue richieste, rivolte alla politica, per essere ascoltato.

Una sfilza di mail al presidente della Repubblica, all’Unione Europea e, naturalmente, alle segreterie di tutti i partiti. Si parla di circa settemila mail al Parlamento europeo, duemila ai parlamentari italiani, tremila ai media nazionali.

Un tema, quello delle coppie di fatto che, secondo i due, ma anche secondo molti politici, non può più essere accantonato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Eugenio

    La sanità fa schifo, i servizi pubblici sono scadenti, non c’è lavoro, etc. etc… ecco i problemi veri. Di queste cavolate dei gay non gliene frega niente a nessuno.