IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, presentazione di un volume dedicato alla storia di Cengio

Cairo Montenotte. Venerdì 22 gennaio a Cairo Montenotte, in sala “A. De Mari”, presso il Palazzo di Città in piazza della Vittoria, alle ore 21, si terrà un incontro con Irma De Matteis, autrice del libro “Cengio, dai campi alla fabbrica”. La presentazione sarà a cura di Renzo Cirio.

“E’ la storia di un paese contadino, povero e marginale, che si ritrova a vivere da protagonista l’età dell’industrializzazione italiana – si legge nella prefazione del volume -. E’ una storia minore in cui le vicende sono quelle comuni della vita quotidiana e il ruolo più importante lo gioca la gente semplice che talora entra nella grande Storia per dare il proprio contributo e per uscirne poi profondamente modificata”.

“Con i paesi vicini Cengio ha condiviso un cammino comune fino all’inizio del XX secolo – prosegue – ma la posizione e la conformazione del suo territorio non hanno favorito né lo sviluppo del commercio né un insediamento signorile per cui per secoli è stato solo terra di saccheggi e di baluardi di difesa, si pensi al castello e alla torre di Rocchetta, ecco dunque comparire il suo nome in diplomi imperiali, in carte feudali, in conflitti – la battaglia del 1639 tra Francesi e Spagnoli rimane la più celebre, ma senza che questo gli abbia garantito un posto di rilievo nella storia della nostra zona e l’assenza di testimonianze lo dimostra”.

“Il 1882 – continua la prefazione – sarà il momento della svolta che negli anni successivi offrirà a Cengio un ruolo da protagonista, segnando profondamente nel bene e nel male un’intera vallata e ridisegnando geograficamente, demograficamente e culturalmente un paese rimasto immobile per secoli. Chi scrive è profondamente convinto che la storia di una popolazione sia imprescindibile dalla geografia del luogo e da qui nasce l’impostazione di questo lavoro che vede in essa un elemento fondamentale da cui prendono il via le vicende storiche, economiche e sociali degli ultimi due secoli del millennio”.

Il rigore storico del lavoro è garantito dalle lunghe ricerche documentarie presso archivi statali, parrocchiali, comunali, in particolare quello di Cengio, dalla consultazione di antiche pubblicazioni e dal reperimento di foto da collezioni private che arricchiscono e sono funzionali al testo.

I fatti narrati hanno inizio nell’età napoleonica e giungono fino al periodo del secondo conflitto mondiale con la scelta di privilegiare, come dice la prefazione, la storia dei contadini, degli operai, delle loro lotte quotidiane contro le calamità naturali, delle sofferenze dovute alle guerre e alle invasioni, dei cambiamenti sociali e culturali all’arrivo della ferrovia e con la nascita della fabbrica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.