IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, carabinieri: 418 reati scoperti, 77 arresti e 409 denunce nel 2009

[thumb:15473:l]Cairo M. Settecentocinquanta sei reati commessi di cui 418 scoperti. Quattrocentonove persone denunciate in stato di libertà, 41 arrestate in flagranza di reato e 36 arrestati dietro un provvedimento della magistratura. Sono questi i principali numeri del bilancio dell’anno che si è appena concluso per la Compagnia dei carabinieri di Cairo Montenotte.

Un 2009, che come ha spiegato il capitano Carlo Caci, comandante della Compagnia, per il territorio cairese è stato un anno di intensa attività. “Il fatto più eclatante è stato certamente l’omicidio di Osiglia, peraltro risolto in tempi stretti, ma è stata intensa anche la lotta allo spaccio di stupefacenti” spiega il capitano Caci.

Ma ecco nel dettaglio i numeri del bilancio dell’attività 2009 dei carabinieri di Cairo. Calano rispetto al 2008 i furti che sono stati 210. Un numero che potrebbe sembrare piuttosto elevato ma bisogna considerare che comprende tutte le tipologie di furto, non solo quello in appartamento. Per questa tipologia di reato sono stati due gli arrestati mentre 14 le persone denunciate in stato di libertà.

Quattro sono state le rapine, tutte scoperte, per le quali sono finiti in manette in 5, mentre in quattro sono stati denunciati in stato di libertà. Sono diminuite le denunce per guida in stato di ebbrezza: 55 le denunce e 1800 le contravvenzioni elevate. In diminuzione anche i reati legati alle armi: 10 quelli consumati, due arrestati e dieci denunciati in stato di libertà Sono state 23 le armi da sparo sequestrate, 7 quelle bianche e 783 le munizioni.

Sono aumentate invece le truffe che sono state 47 di cui 34 scoperte. Le truffe sono state soprattutto telefoniche, ovvero riguardanti duplicazioni e clonazioni di schede sim.

Molto simile al 2008 il bilancio dell’attività antidroga: 49 i reati consumati, 15 gli arrestati, 34 i denunciati e 43 le persone segnalate alla Prefettura. I controlli dei militari si sono concentrati soprattutto intorno alle scuole. In questo senso è stato molto importante l’arresto a Dego dell’uomo che aveva organizzato un vero e proprio laboratorio casalingo per produrre lo stupefacente, che era infatti uno dei maggiori fornitori di droga per gli spacciatori del territorio.

Sono state 7104 le pattuglie effettuate in tutto l’anno, compresi anche tutti i dieci comandi dipendenti dalla compagnia di Cairo. “E’ un bilancio positivo. Abbiamo fatto un buon lavoro come nel caso di Osiglia e nell’attività antidroga che è una piaga che affligge la nostra realtà” spiega il comandante della Compagnia.

“Mi sento di fare un invito alla prudenza, soprattutto rivolto agli anziani, per evitare le truffe. Mai far entrare in casa degli sconosciuti o persone che fingono di essere dipendenti delle Poste piuttosto che delle società di luce e gas. E, infine, per evitare inutili furti invito i cittadini ad evitare certe distrazioni come lasciare la macchina aperta con le chiavi o la borsa all’interno” conclude il capitano Caci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.