IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Buoni vacanze”, Galtieri: “Iniziativa interessante, attendiamo i risultati” foto

Savona. Scatta oggi, mercoledì 20 gennaio, l’erogazione dei cosiddetti “buoni vacanze”, titoli di pagamento immediatamente spendibili destinati alle famiglie economicamente deboli. L’iniziativa, promossa dal Ministro del Turismo, permetterà alle famiglie italiane a basso reddito di poter trascorrere le proprie vacanze ad un costo ridotto per tutto l’anno, ad esclusione dei periodi di alta stagione.

L’erogazione dei bonus avverrà proporzionalmente al reddito e al numero dei componenti del nucleo familiare. Saranno spendibili presso le aziende turistiche o di servizio al turismo presenti nella “Guida Buoni Vacanze Italia” o in quella online reperibile sul sito buonivacanze.it.

“E’ un’iniziativa interessante – afferma Angelo Galtieri, presidente dell’UPA, l’Unione provinciale degli albergatori di Savona -, ma dobbiamo attendere i risultati per giudicarla, in quanto si tratta di una novità. L’idea in sé mi pare buona e sicuramente i colleghi che decideranno di aderirvi troveranno la piena disponibilità da parte della nostra associazione”.

“Per giudicare l’iniziativa dei ‘buoni vacanze’ – prosegue Galtieri – bisognerà attendere anche la campagna promozionale che avrà il compito di lanciarli. Le nostre aspettative sono positive, vedremo i risultati. E’ chiaro che più sarà semplice il processo per ottenere ed utilizzare i buoni, tanto più i risultati saranno efficaci”.

I “buoni vacanze” offrono, oltre ai servizi di prima necessità come il vitto e l’alloggio, anche una serie di altri servizi rivolti alla persona come ristoranti, centri sportivi, servizi di trasporto e noleggio, e servizi di natura culturale come musei, servizio di guida, centri culturali e centri di produzione e vendita di prodotti tipici.

Ad esempio, per una famiglia “media” composta da quattro persone (due adulti e due bambini), con un reddito fino a 25 mila euro, il contributo a carico dello Stato sarà di 553 euro, compiendo una spesa di 1230 per la vacanza. Dal 20 gennaio 2010 sarà possibile prenotare i buoni vacanza che saranno validi fino al 30 giugno 2010. I “buoni vacanza” sono nominativi e distribuiti in tagli da 20 e 5 euro spendibili anche separatamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    ..ritengo di cattivo gusto e anche un po’ crudele, evocare in maniera illusoria, a chi ancor oggi ha difficoltà nel soddisfare bisogni primari, le vacanze per tutti.
    Uno Stato sociale non puo’ permettersi di eludere programmi seri di intervento sociale PARTENDO DAL BASSO. Qui il percorso che si prospetta inizia da un livello che non è il piu’ basso, dando per scontato che non esistano situazioni inaspettatamente al di sotto della soglia di poverta’.
    Conosco persone insospettabili che a forza di contrarre spese superflue sono ora costretti ad operare “tagli” o riduzioni estreme su beni di prima necessità come cibo, cure mediche, energia. Questo non è normale. Posso anche accettare che un ricco egoista non conosca nemmeno per sentito dire simili realtà ma NON LO TOLLERO da un politico con incarichi di governo! In casi come questi, mi vergogno un po’ anch’io: come dovrebbe sentirsi un Ministro? Scusate se sono scivolato nell’ovvio ma era il rischio da correre affrontando uyn tale tema-

  2. Scritto da vespa

    Emilio Fede dirà a Berlusconi: Sire il popolo ha fame non ha il pane e lui risponderà e che vadano in vacanza. :-)))))
    Scherzi a parte penso proprio che abbia ragione Maurizio S. quando afferma ” in vacanza con i buoni magari ci andranno tutti quei commercianti non onesti che dichiarano meno di 25.000 euro. Tanto paga Pantalone.”

  3. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Ma lascia perdere i commercianti…..quelli che conosco sono carcerati nei loro negozi con la pistola sul bancone che non sanno se chiudere o se spararsi e un governo (ladro come tutti i governi italiani) che continua a promettere e a rilasciare i “buoni vacanze”. BUFFONI 2 !

  4. Scritto da Maurizio S

    Premetto che concordo totalmente con hi-tech, credo che vedremo i risultati e certamente sarà la prova non ammessa di un’altra buffonata pubblicitaria come le tessere per gli indigenti o altre strXXX inventate da questo governo. Penso che qualcuno in vacanza magari ci andrà con i buoni magari tutti quei commercianti non onesti che dichiarano meno di 25.000 euro. Tanto paga Pantalone.

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Tex: non ci vedo nulla di cosi’ sacrilego nel darmi la mano…! Non sono mica il diavolo,,,,:-)
    Spesso mi faccio trasportare dall’ira ma l’importante è il confronto il dialogo la discussione costruttiva. Che male c’è a confrontarci su questioni esclusivamente programmatiche?
    Mi fà piacere!
    Matteo: non vorrei essere maleducatamente sbrigativo e un po’ rozzo ma io credo che, prima di pensare alle vacanze, aiutando quegli indigenti degli stabilimenti balneari e i poveri albergatori che piangono….sia piu’ opportuno pensare alle cose davvero necessarie!
    Poi, se ne avanza si potrà andare in vacanza.
    Non sarà mica il tormentone ” italiani spendete cosi’ rimettete in moto l’economia….!” per caso…no perchè allora….mi viene da rispondere: ” ma un povero pensionato che percepisce 500 Euro di pensione ….che CaXXo deve spendere?” …pero’ cosi’ mi fai dire cose…che poi…Tex ritrae subito la mano….e non mi stà piu’ amico…. DAI SU!!!!Prima pensiamo a politiche sociali e alle classi meno abbienti e poi, se ne avanza…., a tutti gli altri, me compreso (ancora per poco…!).