IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Boissano, alunni con il pollice verde: ripiantati due “ex” alberi di Natale foto

Boissano. Alunni con il pollice verde. Sono i bambini che frequentano il tempo potenziato della scuola primaria di Boissano che infatti lo scorso 16 gennaio, nell’ambito del progetto di educazione ambientale, hanno collaborato a trapiantare due alberi di Natale che erano stati utilizzati per l’allestimento della casa di Babbo Natale, in occasione del “Mercatino di Natale” tenutosi il 06 dicembre 2009.

“Riteniamo che questa semplice iniziativa possa sensibilizzarli al rispetto dell’ambiente, dato che molto spesso i comportamenti vengono influenzati più da ‘azioni parlanti’ che da nozioni difficili e noiose” spiega la dottoressa Sabrina Bonino che aggiunge: “Adottare un albero di Natale vivo comporta numerosi vantaggi: diminuisce la quantità di rifiuti di plastica, non si utilizzano derivati del petrolio e si contribuisce, trapiantando un albero vivo dopo l’uso natalizio, ad aumentare la produzione di ossigeno”.

“Tutto ciò può sembrare poca cosa se riferito ad un singolo albero, ma se lo pensiamo per tutte le famiglie che in Italia addobbano la casa con alberi di Natale, l’impatto che questa azione ha sull’ambiente diviene piuttosto consistente. Abbiamo coinvolto i bambini in quest’esperienza per cercare di coinvolgerli in un’azione positiva, dove l’attenzione all’ambiente non sia solo un divieto o una privazione ma possa diventare, con questo e con altri momenti che abbiamo in programma, una modificazione degli stili di vita delle famiglie, poiché riteniamo importante agire sulle scelte di ogni giorno per migliorare la sostenibilità della vita quotidiana” prosegue la dottoressa Bonino.

“Le piccole cose che tutti noi facciamo ogni giorno incidono sull’ambiente tanto quanto le scelte più grandi che spettano allo Stato, per esempio: da tre anni nella scuola di Boissano si beve solo acqua del rubinetto, chissà quante bottiglie di plastica non abbiamo usato” concludono dall’istituto scolastico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Occhio …… bisogna insegnare ai ragazzi che nel piantare un albero …. bisogna pensare alla dimensione che avra’ dopo una ventina di anni.