IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alleanza Udc-Burlando, Giusti: “Dal centrodestra dichiarazioni isteriche”

Savona. Guglielmo Giusti dell’Udc savonese risponde ai commenti di esponenti del centrodestra che, facendo riferimento all’accordo firmato dal partito di Casini con Burlando, candidato del centrosinistra alle prossime regionali, hanno parlato di tradimento e di una scelta compiuta solo per tentare di assicurarsi qualche poltrona.

“Senza scomodare la solita favola della volpe e dell´uva – dice Giusti – credo occorra valutare questa situazione da un punto di vista politico e non puramente isterico, pur comprendendo il nervosismo di chi nel PdL già vedeva l’Udc come cosa propria. Le prime dichiarazioni degli abbandonati parlano di tradimento agli elettori, di vendita dell´Udc in cambio di poltrone, di vergognoso voltafaccia e altri similari concetti”.

“Qui non ci capiamo – precisa l’esponente dell’Udc – o meglio, come al solito, si cerca di dare alle cose il significato di proprio comodo pensando le persone non siano capaci di ragionare con la propria testa. Casini ha lasciato Berlusconi già da tempo, rifiutando l´inglobamento in un calderone populista che già ha dissolto nel nulla tutte le altre forze politiche che avevano accettato di entrare nel PDL. Prima fra tutti AN. Semplicemente non ha ceduto la propria identità in cambio, questa si sarebbe stata politica da bottega, di qualche Ministero anche prestigioso per sé e qualche suo colonnello”.

“Urlare al tradimento, già per questo, assomiglia più ad un abbaiare alla luna che a un reale pensiero con radici neuronali. Sarebbe facile ribattere che allora gli elettori della Lega dovrebbero essere indignati da un´alleanza con chi solo pochi anni fa veniva chiamato “il mafioso di Arcore” con tanto di manifesti raffiguranti coppole e lupare e con un partito come AN i cui militanti avrebbero dovuto essere “cacciati casa per casa”. E che gli elettori berlusconiani e di AN dovrebbero rifiutare oggi qualsiasi contatto con il Movimento di Bossi”.

“Non è così, perché la politica non è scienza esatta ma appartiene alla fluidità del momento che percorre. La scelta dell´UDC e di Rosario Monteleone in Liguria era la sola possibile, esclusa quella di correre in solitudine. Non è una cessione dei propri valori politici ma un appoggio ad un candidato presidente come Burlando libero da populismi e proclami vetero-leghisti”.

“Chi ha visto in Casini un uomo che ha scelto di non portare il suo partito ad un ruolo di vassallaggio, alle accuse di tradimento non si indigna neppure. Semplicemente, si sente più libero”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enrico17

    E’ un esempio che la coerenza e’ una virtu per pochi. Peccato vederla sbandierata da chi non ne ha appreso mai il significato. Ho letto tante parole anzi parolone e l’unica idea che mi sono fatto e’ che il Sig. Giusti abbia imparato velocemente la lezione e si sia immedesimato per l’ennesima volta nella nuova casacca. Cosa non si fa per essere sempre ed in qualche modo protagonisti nel teatrino della politica….

  2. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    VIRUS

    per quel computer così mal ridotto
    caro crociato ti proporrei l’ultima versione
    del “prodino & C”
    solo lui può salvarvi……non è ancora in pensione !!!!!!

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    immagino che william stia per guglielmo e …. mi sta’ bene.

    Tranne… la mia personale avversione (mia e del resto del mondo) verso le centrali nucleari avversione che puo’ essere descritta con questo video: http://www.facebook.com/video/video.php?v=1155532852622&ref=mf

    Una posizione aperta ma critica in modo sufficientemente costruttivo.

    Sugli sviluppi di “metodi alternativi” alla produzione energetica
    (di chi il nucleare lo ha sfruttato quando era vantaggioso farlo)
    nella zona di Berlino si sviluppa una strada alternativa:
    invece di un solo produttore e tantissimi utenti
    li’ prevedono di cambiare inserendo nella rete energetica tanti produttori dislocati sul territorio …

    ad ogni produttore fanno capo tanti utenti che usano l’energia ….
    prodotta sul posto.

    In questo modo ridurrando le dispersioni legate al trasporto e questo si che e’ un risparmio.

    http://www.ecologiae.com/volkswagen-lancia-il-motore-domestico-produrra-elettricita-direttamente-in-casa/8833/

    ed andando a spulciare il progetto si scopre che in questo modo la resa di cio’ che si brucia e’ enormemente superiore alla resa delle centrali tradizionali.
    Si scopre che nella zona contano di installare in un anno (il 2010) pare ben centomila pezzi …. = lavoro per tutti ed uscita dalla crisi.

    E pensare che il prototipo e’ italiano ed utilizzava il motore di una fabbrica italiana che ormai produce quasi tutto all’estero.

    La politica … i politici …. le persone che andremo a votare non saranno tenute a costruire fisicamente un nuovo sistema ma lo potranno portare avanti con leggi appropriate o meglio con una apertura mentale disposta ad esaminare : …….

    “qualsiasi cosa possa aiutare questa straordinaria regione ad arrivare allo sviluppo”.

    “La saluto e buona campagna elettorale.”

  4. Scritto da william

    Gentile sig’ Cepollina, la ringrazio perchè questi sono i toni che preferisco. Si può discutere su tutto e anche litigare ma senza trascendere sul personale o con elucubrazioni di cattivo gusto. Mi chiede lumi sui punti programmatici di contatto, ripeto che l’appoggio dell’UDC è programmatica al candidato Burlando e non un’alleanza di partiti. Siamo davanti ad una elezione di carattere regionale e non nazionale, quindi ritengo legittimo qualsiasi appoggio mirato alla persona che meglio ha risposto alle garanzie richieste dall’UDC. Che mi creda non sono di poltrone, che se verranno fa comunque parte della politica io credo. Importante è usarle per dare risposte ai cittadini e non per accomodare le proprie terga. I punti dell’accordo programmatico UDC-Burlando sono comunque pubblici, distribuiti ai media e (credo) diffusi in rete. Sui temi da lei richiesti posso quindi ripondere a titolo personale, non so con quanto interesse suo e dei lettori, ma per non darle l’impressione di svicolare… Personalmente reputo la famiglia tradizionale il centro della società, senza la quale tutto si sfalda. Per le coppie di fatto, credo ognuno debba portare avanti la propria vita come crede e debba essere tutelato in termini sociali con tutti i diritti della coppia tradizionale. Ma senza sfociare nel matrimonio e nell’adozione. So perfettamente che molte coppie omosessuali darebbero altrettanto affetto che altre regolari, ma esiste una genesi in cui credo fermamente e questa secondo me non può allontanarsi dalla coppia uomo-donna. L’aborto è qualcosa che accetto solo in particolari casistiche, non certo come sistema contraccettivo. Penso la scintilla della vita vada sempre tutelata, ho visto nei soggiorni africani esseri umani aggrapparsi all’esistenza pur in condizioni disumane e questo mi basta per pensarla come sacra. Ma penso comunque tutto questo, riguardi la sfera privata e non la politica, faccia parte delle coscienze e non delle urne elettorali perchè comunque sono tutte situazioni che portano sofferenza ed anche emarginazione. Scuola privata o pubblica sinceramente non danno noia ai miei sonni. Vorrei solo fossero strutturate in modo da portare le donne e gli uomini di domani verso una società diversa e una voglia di comprensione della stessa: Oggi mi sembra orientata esclusivamente verso la competizione e il desiderio di ottenere tutto subito.che porterà inesorabilmente a piani di frustrazione molto pesanti. L’immunità e tutto quello che rende un potente inattaccabile non è nella mia concezione del mondo. Credo i poteri di uno Stato debbano essere assolutamente autonomi ma in grado di verificare il percorso gli uni degli altri. Per quanto riguarda i progetti per la nostra Liguria, ben venga qualsiasi cosa possa aiutare questa straordinaria regione ad arrivare allo sviluppo che le compete. Ma senza distruggerla con cementificazioni selvagge o progetti faraonici con poca ricaduta occupazionale. Ammetto tranquillamente la mia ignoranza su entrambe le visuali del progetto Maersk, posso unicamente valutare le opinioni di tutti e farne una mia. Certamente quasi un intero paese come Vado Ligure contrario non si può ignorare e deve essere informato con assoluta corretezza di tutti gli sviluppi di un simile progetto nell’eventualità questo venga messo in opera. Centrali nucleari? Ne abbiamo ai confini quante ne vogliamo, il pericolo è esattamente lo stesso. La differenza la fanno le tariffe, basta confrontare una bolletta francese e una italiana… Credo volenti o nolenti questa sarà una necessità futura, visto anche lo scarso sviluppo delle energie alternative comunque preferibili. La saluto e buona campagna elettorale.

  5. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    IL BEL CASINI

    avrebbe dovuto presentarsi in ogni regione
    da solo o con altri veri centristi
    e avrebbe verificato la sua vera forza
    senza la ricerca di potere……
    questa è evidenza