IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, marocchino ferito in lite con connazionale e arrestato: era irregolare

Albenga. Ieri sera intorno alle 23,30, in piazza del Popolo ad Albenga un marocchino di 32 anni, Y.D., è stato arrestato dai carabinieri. L’uomo ha litigato, per futili motivi, in mezzo alla strada con un connazionale ed ha anche avuto la peggio nel diverbio.

Il 33enne infatti è stato colpito al volto con un corpo contundente che gli ha procurato delle lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Ma le cattive notizie per il marocchino non erano ancora finite: i militari infatti, intervenuti a seguito della rissa, dopo aver svolto alcuni accertamenti hanno scoperto che Y.D. era stato colpito, all’inizio del mese, da un decreto di espulsione della Questura di Savona.

Dopo aver ricevuto le cure dai medici i carabinieri gli hanno messo le manette ai polsi per la violazione della Legge Bossi-Fini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. LEONIDA
    Scritto da spartacus

    IGNORANTI

    fortunatamente abbiamo i compagni
    super intelligenti……..
    i prof bolognesi del prodino
    questi con i soldi del comune
    fanno le marachelle……………….

  2. Giry
    Scritto da Giry

    BANDITO> Per l’affitto chiedo il giusto prezzo di mercato, tranquillo, lo stesso chiederei a un’italiano e ovviamente lo dichiaro.
    Ci sono tanti extracomunitari “per bene” che non solo lavorano loro ma fanno lavorare anche le mogli per permettrsi di pagare l’affitto e la scuola dei figli (come noi, del resto).
    ANGLONA> Non posso darti torto su quello che dici, i delinquenti vanno puniti certamente. Chiediamoci però se la droga se la fabbricano da soli o la prendono da qualcuno…siamo sicuri che i “pusher” siano tutti extracomunitari, o magari c’è anche qualche cattivone italiano?
    E gli utenti finali…sono tutti extracomunitari o c’è anche qualcuno “dei nostri”?
    GIUDICE>Sapevo di parlare con una persona di buon senso, anch’io odio chi delinque, di qualsiasi razza sia, su questo siamo perfettamente d’accordo.
    Purtroppo odio anche il qualunquismo e l’ignoranza (che molto spesso vanno di pari passo) e sicuramente non è il tuo caso.
    Preferisco scrivere lenzuolate che non hanno ne capo ne coda (per qualcuno) e cercare di spiegare il mio pensiero magari discutendo, come è successo, piuttosto che buttare giù 4 righe intrise di “beata ignoranza”, e sciorinando slogan da osteria, quelli si senza ne capo ne coda!
    Se poi qualcuno si sente punto sul vivo…pazienza, ma sai “non c’è peggior sordo…”
    Queste persone non meritano neppure una risposta e da convinto ottimista ho sempre la speranza che un giorno si prendano un bel libro (o più di uno) si siedano sui prati delle riserve indiane e comincino a farsi una cultura.
    Sono razzista?…ebbene si…lo ammetto in questo caso si!! ^_^

    Ciao.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …cosa diavolo si puo’ dire? Che Albenga soffre gli stessi problemi di altre città. Visto che ora il PdL è al Governo potrebbe fare qualcosa per contrastare la criminalità per davvero…! Facile no? Voi detrattori di Tabbo’ e giustizialisti cosa vi credete? CHe la Rosalia, nel malaugurato ed improbabile caso diventasse Sindaco, possa lei stessa far varare una legge speciale? Che sia in grado di supplire al Ministro dell’Interno ..pur se suo stesso “partito”?
    Ma per piacere…! Invece di guardare Albenga, visto che siete cosi’ determinati, telefonate ai vostri capetti a Roma e dite loro di offrire alla Magistratura (unico baluardo a tutela dei diritti fondamentali dei cittadini che resiste) strumenti migliori per poter lavorare! Non crederete per caso alle favole del pacchetto-sicurezza… Non penserete certo che le ronde possano risolvere i problemi. Non vi avranno mica fatto bere che la criminalità è un fatto isolato e per niente connesso con lo sviluppo, con la crisi mondiale e che l’Italia è il solo paese a soffrire del problema…!
    Fate varare un D.L. (governativo si intende…e anche con l’uso della “solita” fiducia”…senno’ non passerebbe!) del tipo:
    – istituzione delle forche in piazza del popolo;
    – schedatura con impronte digitali e dei piedi di tutta la popolazione;
    – marchiatura a fuoco sul culo dei pregiudicati ( attenzione pero’ che in casa PdL si sentirà odore di arrosto…);
    – deportazione in campi di concentramento degli arrestati;
    – blindatura delle forntiere e pattugliamento delle acque del sud italia con motovedette con regole di ingaggio libere;
    – ronde libere con porto d’armi per tutti al di sopra dei 16 anni;
    – sceriffi privati/guardi/metronotte con licenza di uccidere;
    etc.etc.
    Provateci…magari funzionerebbe…

  4. Scritto da nero

    DOVE SONO I COMMENTATORI DELL’ARTICOLO “Albenga, Barbero: “I cittadini si sentono meno sicuri” DEL 26/01/2010 ?
    Oggi non hanno niente da dire ?
    Niente disquisizioni filosofiche su “percezione di sicurezza” o dubbie lezioni di italiano ?

  5. Scritto da teofilo rugantino

    Diciamocelo puro cara Giry negli ultimi anni la delinquenza è un po’ aumentata.
    Speriamo di non finire nelle riserve come gli indiani!!!