IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via i saldi in Liguria, con un occhio al portafoglio e alle fregature

[thumb:8055:l]Partono oggi i saldi in Liguria, e la febbre da “acquisto conveniente e possibilmente firmato” cresce sempre più.

Dopo le polemiche partite da chi riteneva che la data del 5 gennaio fosse troppo tardiva (la Lombardia, ad esempio, ha scelto di anticiparli al 2 gennaio, con lo scopo di “tentare” anche i vacanzieri delle festività natalizie), anche i liguri si preparano ad aprire il portafoglio spendendo, però, meno “palanche” possibili.

Un bilancio definitivo sull’andamento degli acquisti ancora non c’è: le previsioni delle associazioni dei consumatori non sono rosee (-15% nel primo giorno di saldi secondo il Condacos) mentre è fiduciosa Confcommercio (il 69,3% dei consumatori approfitterà dei saldi). Quel che è certo è che anche nella nostra regione ci si metterà in fila, soprattutto negli outlet, per assicurarsi il prodotto tanto desiderato.

Qui i ribassi raggiungono anche il 70% sul prezzo outlet, già ridotto rispetto a quello applicato nelle boutiques. Il Gruppo McArthurGlen, che gestisce quattro Designer Outlet sul territorio nazionale, ha registrato notevoli incrementi rispetto alla partenza dei saldi 2009: nei primi due giorni di ribassi, i visitatori sono stati 75.000 a Castel Romano (+15% rispetto ai primi giorni di saldi dell’anno scorso) e 45.000 a Noventa di Piave (+40% rispetto al 2009), dove le vendite promozionali sono partite il 2 gennaio. Anche a Serravalle e Barberino sono previste grandi affluenze, a conferma del trend positivo già registrato durante il periodo natalizio.

Gli addetti ai lavori, però, mettono in guardia da alcune trappole, come quella di sconti troppo generosi. Adiconsum, ad esempio, che guarda con sospetto gli sconti del 50-70%. Secondo l’associazione a tutela dei consumatori, sconti troppo alti possono nascondere raggiri come il riprezzamento del capo, fondi di magazzino venduti come ultima collezione o prodotti di minor qualità creati appositamente per i saldi. In merito al pagamento a rate, Adiconsum ricorda inoltre che acquistare con le carte di debito implica la maturazione di interessi che possono arrivare fino al 25%, azzerando quindi il beneficio dello sconto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.