IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agenzia Entrate, 13 milioni di euro in arrivo per famiglie e imprese liguri

[thumb:8561:l]Liguria. Buone notizie per le finanze dei liguri. L’Agenzia delle Entrate ha infatti disposto in Liguria quasi 17 mila rimborsi per un ammontare complessivo di oltre 13 milioni di euro, che in questi giorni stanno arrivando a famiglie e imprese. Con questa ultima tornata, l’Amministrazione finanziaria chiude il bilancio dei rimborsi 2009 a quota 588 milioni di euro, fornendo un tangibile sostegno, con più di 68mila rimborsi effettuati, a famiglie e imprese liguri che potranno beneficiare di immediata liquidità in un momento di crisi economico-finanziaria.

Arriveranno quindi i rimborsi anticrisi per le imprese liguri. Sono oltre 822 mila gli euro disposti alla fine del 2009 ed in erogazione in questi giorni per crediti relativi all’Iva. Nell’anno appena trascorso, sono stati 79 i rimborsi alle imprese relativi ad imposte dirette, per un ammontare complessivo di oltre 131 milioni, e più di 2500 i rimborsi Iva per un valore di oltre 136 milioni. Con quest’importo sono oltre 268 milioni di euro i rimborsi disposti nei confronti delle imprese liguri nel 2009.

Per le famiglie invece l’Amministrazione finanziaria ha disposto, inoltre, oltre 12 milioni di euro di rimborsi Irpef che stanno arrivando ai contribuenti liguri che hanno presentato la dichiarazione dei redditi fino al 2007. Pagamenti in corso, per un ammontare complessivo di oltre 12 milioni di euro, per circa 16500 mila contribuenti che non avendo già fruito del bonus famiglia e del bonus incapienti attraverso i sostituti d’imposta e i modelli di dichiarazione hanno presentato domanda direttamente all’Agenzia.

Ultima tornata del 2009 che porta quindi a quasi 320 milioni le somme erogate dall’Agenzia alle famiglie liguri nell’anno appena trascorso. Per i contribuenti che hanno comunicato all’Agenzia delle Entrate il codice Iban, i rimborsi verranno accreditati direttamente sul conto corrente. Per tutti gli altri, invece, le somme verranno pagate con vaglia cambiario della Banca d’Italia oppure in contanti in un qualsiasi ufficio postale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.